Rivista il mulino

Content Section

Central Section

OBITUARY
1 2 3 »<
Bruno Simili, 20 October 2020

«L’infanzia di tutti è una specie di cannocchiale collegato a un microscopio, ma il mio strumento esplora la notte della Shoah, lo sterminio hitleriano, la catastrofe di quando ero bambino, i tempi lontani in cui si perse nel nulla e senza motivo l’esistenza di tante persone amate».

Ho conosciuto Aldo Zargani in occasione dell’uscita del suo primo libro, Per violino solo, da cui queste parole sono tratte, e da allora non l’ho più perduto.

[...]
Paolo Branca, 11 October 2020

Ci conoscemmo alla sezione lombarda dell’Istituto italiano per il Medio ed Estremo Oriente (IsMEO), incredibilmente abolita da uno scriteriato intervento di spending review come ente inutile (mentre si manteneva perfettamente, tant’è vero che sussiste tutt’ora come Civica scuola di lingue orientali). I corsi di arabo erano affollati.

[...]
Piero Ignazi, 24 August 2020

Oggi si è avuta notizia della morte di Arrigo Levi. Grande amico del Mulino, socio dell'Associazione dal 1968, Arrigo ha partecipato attivamente alla vita del gruppo, sostenendone le iniziative e portando idee e argomenti. Per ricordarlo, ripubblichiamo un'intervista che gli fece nel 2011 Piero Ignazi, uscita sul n. 2 della rivista di quell'anno

[...]
Alberto Saibene, 22 July 2020

Quando, nel 1975, Giulia Maria Crespi fondò il Fai era nota soprattutto per essere stata, fino all’anno prima, la proprietaria di maggioranza del «Corriere della Sera». Figlia unica, proveniva da una delle principali famiglie industriali lombarde, fu educata in casa, dove ebbe la fortuna di avere tra i suoi insegnanti Fernanda Wittgens, la Soprintendente che fece risorgergere Brera dopo la Seconda guerra mondiale.

[...]
Alberto Saibene, 23 March 2020

Quanto Arbasino abbiamo letto! In casa ricordo le copertine dei libri pubblicati da Feltrinelli; poi da ragazzo, quando ho cominciato a comprare i suoi libri, quelle di Garzanti e di Einaudi, e, da adulto, quelle di Adelphi. Già la scelta dell’editore, mutato nel corso dei decenni, indica le grandi capacità tattiche di Arbasino: essere al posto giusto nel momento giusto.

[...]
1 2 3 »<