Rivista il mulino

Content Section

Central Section

La normalizzazione della crisi

immagine Il Consiglio dei ministri, dieci giorni fa, ha approvato la delibera che abolisce i voucher per pagare i lavori temporanei. Si è trattato di una decisione tutta politica per evitare conflitti in questo delicato momento della legislatura, giacché gran parte delle forze politiche si dichiara consapevole della necessità di una nuova regolamentazione del lavoro occasionale. Il timore di molte persone è quello di far ripiombare nell’economia sommersa attività precarie, tipiche della gig economy, che occupano oggi un numero consistente di giovani, di immigrati e quote deboli del mercato del lavoro. Se all’abolizione dei voucher non segue rapidamente l’istituzione di nuovi strumenti per regolarizzare e far emergere i lavori temporanei, a progetto eccetera, questi lavoratori si troveranno in condizioni ancora peggiori rispetto alle attuali. Del resto convivere con l’incertezza, generata non solo dalla struttura del mercato del lavoro ma anche dalla rapidità e imprevedibilità del cambiamento tecnologico, rappresenta una caratteristica di quest’ultimo decennio. Il clima di incertezza ha ormai subito una sua storicizzazione e normalizzazione ed è quindi almeno in parte indipendente dal ceto, dal genere o dal livello di istruzione, sebbene queste categorie rimangano dirimenti nel fornire risorse rispetto alla capacità di gestire l’imprevedibilità e all’abilità del navigare a vista. [...]

 

in libreria

il caso italiano

Il Lingotto degli sbadigli

C’era una volta un partito, autodefinitosi «democratico», il cui segretario aveva subito tre gravi sconfitte una dietro l’altra: le elezioni amministrative in giugno, un importante referendum in dicembre, un pezzo di dirigenti e militanti alla fine di febbraio. [...]

lettere internazionali

Edimburgo
14/3/2017

Verso un nuovo referendum per l’indipendenza scozzese. La tempistica dell’annuncio dato ieri dal Primo ministro Nicola Sturgeon ha mostrato che le dichiarazioni rilasciate dopo Brexit non erano un bluff [...]

Berlino
7/3/2017

L’effetto Martin Schulz. A meno di sette mesi dalle elezioni federali, sembra prendere consistenza l’ipotesi di una coalizione tra Spd, Verdi e Linke, la cosiddetta R2G [...]
 

fedi e mondo

memoria / memorie

Un ricordo di Paolo Prodi

[Dal numero 1/2017] Il 16 dicembre Paolo Prodi ci ha lasciati. Nonostante la malattia che lo ha tormentato a lungo e di cui quasi non si lamentava, ha lavorato fino all’ultimo. Ha pensato e ragionato di questo mondo complesso e in sofferta trasformazione [...]

culture

Quando a tradurre è Google

[Google Translate diventa adulto. Ma dietro la buona notizia ci sono rischi e forti controindicazioni] «Non c'era possibilità di fare una passeggiata in quel giorno. Ci era stato vagando, infatti, tra i cespugli di foglie un'ora al mattino». Lo riconoscete? [...]

profilo

Frank Zappa

Di Frank Zappa si conoscono il nome, l’aura di artista scandaloso e iconoclasta. Qualcuno ricorda l’approccio traumatizzante, e spesso mai più ritentato, alla sua musica. [...]

cartoline dall'Italia

Una città prigioniera dei propri stereotipi

[Cartolina da Napoli]Una fila di uomini e donne di età diverse risale il vico d’Afflitto inerpicandosi verso via Speranzella, l’asse mediano superiore dei Quartieri Spagnoli, un dedalo di viuzze strette e sovraffollate. Le facce sono stranite e divertite; gli sguardi, pur attratti dalle tante particolarità folkloristiche, fanno attenzione a non perdere di vista l’ombrello viola tenuto sollevato da una ragazza bionda che funge da capocordata. [...]