Rivista il mulino

Content Section

Central Section

Eppure ancora non ci preoccupiamo

immagine Le sparate crudeli di Matteo Salvini ci devono preoccupare, ma non ci possono stupire. Eppure, sembra che ci stupiscano e non ci preoccupino. Coerente con la biografia e la carriera del nostro ministro degli Interni, il proclama contro i rom – «ne faremo un censimento, gli italiani purtroppo ce li dovremo tenere» – viene subito dopo la chiusura dei porti ai naufraghi della Aquarius, da lui ordinata e prontamente eseguita da Danilo Toninelli, ministro pentastellato delle Infrastrutture. E certo sarà presto accompagnato da altri simili, volti allo stesso fine: indicare agli italiani minoranze criminali responsabili di ogni male. Inutilmente al capo leghista si opporrebbe che le prefetture sanno già quanti e quali siano gli uomini, le donne e i bambini che vivono nei ghetti dei campi rom. Inutilmente gli si farebbe notare che in quei campi non ci sono italiani. I rom e i sinti italiani si stima siano circa 90.000, integrati e per lo più indistinguibili (i primi sono giunti nel nostro Paese fra il XIV e il XV secolo). Ancora più inutilmente gli si ricorderebbe che una parte dei restanti 40.000 circa sono cittadini rumeni, europei non “cacciabili”. Gli altri sono fuggiti dalla guerra civile nella ex Iugoslavia, e sono apolidi, per definizione non rimpatriabili [...]

 

cartoline dall'Italia

Brescia, dove il Pd emerge

[Cartolina da Brescia]Mai come in questa tornata amministrativa Brescia è stata sotto i riflettori e all’attenzione dei media nazionali. La ragione è semplice, in una fase politica di sbando del Pd, nella seconda città della Lombardia il sindaco uscente, il dem Emilio Del Bono, è stato rieletto alla guida di Palazzo Loggia al primo turno con il 53,8% dei consensi [...]

Il rimpallo romano

[Il pessimo risultato del M5S alle comunali del 10 giugno non arriva per caso]In questi giorni - e per tutto il mese di luglio - a Roma sono attive tre grandi arene di cinema all’aperto gratuito. Non si devono al Comune ma a un gruppo di giovani attivi, capaci di stabilire relazioni con il mondo del cinema e con le istituzioni regionali. Sono le ragazze e i ragazzi che occuparono diversi anni fa i locali abbandonati del Cinema America [...]

il caso italiano

Un governo "antisistema"?

Nel suo discorso di investitura al Senato, il nuovo Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha dichiarato che “se populismo è l’attitudine della classe dirigente ad ascoltare i bisogni della gente” e se “antisistema significa mirare a introdurre un nuovo sistema, che rimuova vecchi privilegi ed incrostazioni di potere” sia la Lega che il M5S “meritano entrambe queste qualificazioni” [...]

Crisi Pd: un partito inadeguato

[Dopo l’articolo di Carlo Trigilia / 6] Il Pd è un partito inadeguato, in tempi favorevoli come in tempi avversi. Si tratta di un’affermazione forte, certo. Ma non disfattista. Dettata dalla volontà di cercare le strade per ricompattare le forze per una partito di sinistra che sia di opposizione perché vuole essere di governo [...]

Crisi Pd: la mancanza di un progetto

[Dopo l’articolo di Carlo Trigilia / 5] Il governo delle larghe intese populiste (leghiste e pentastellate) si è formato dopo 88 giorni di giravolte, tranelli, tormenti. Tutto ciò – a cui non è stata estranea la determinazione renziana nel far fallire l’incarico che Mattarella aveva dato al presidente della Camera Fico perché cercasse un accordo con i democratici – rende ancora più illuminante l’analisi di Carlo Trigilia della crisi del Pd [...]

In sospeso

Domina lo spaesamento nel valutare la soluzione della crisi governativa. Archiviato rapidamente il sollievo per avere evitato una campagna elettorale a base di battaglie sul presunto scontro élite vs. popolo (con il controcanto di altrettanto presunte alleanze repubblicane), non si sa bene che dire del governo che entrerà in carica [...]

in Europa

L’Europa di Angela Merkel

[La lunga intervista pubblicata sulla «Frankfurter Allgemeine Sonntagszeitung» apre nuove prospettive sull’Unione da riformare] Angela Merkel sceglie la «Frankfurter Allgemeine Sonntagszeitung» per delineare la sua risposta al presidente francese Macron, che in Germania è stato accolto sin dalla sua elezione, quasi unanimemente, come un europeista che avrebbe rimesso in moto il processo unitario. [...]

lettere internazionali

Gaza
6/6/2018

A due mesi dall’inizio delle proteste a Gaza, la Corte penale internazionale “osserva da vicino” la situazione. Sono ormai due mesi che i Palestinesi hanno cominciato la loro nuova forma di resistenza e protesta: dalla prima manifestazione, tenutasi lo scorso 30 marzo per celebrare (come ogni anno) il “giorno della terra”, [...]

Madrid
4/6/2018

Da Rajoy a Sánchez, il nuovo scenario spagnolo. A conclusione di un infuocato dibattito svoltosi tra l’ultimo giorno di maggio e il 1° giugno, il Congresso dei deputati ha approvato con 180 voti (ne servivano 176) la mozione di censura presentata dal leader socialista Pedro Sánchez nei confronti del governo Rajoy. [...]
 

culture

Stereotipi e violenza di genere

[Che donne e uomini vogliamo diventare? Stereotipi e violenza di genere si nutrono delle stesse rappresentazioni mediali] Le rappresentazioni dei fenomeni sociali sono da considerarsi di primaria importanza, poiché danno forma alla nostra percezione della realtà, costituiscono il referente delle nostre esperienze soggettive. Sono il contesto in cui elaboriamo la costruzione simbolica e valoriale del nostro mondo sociale [...]

La cultura della sorveglianza: Homeland e The Americans

Se i melodrammi del processo politico si propongono di rappresentare la complessità delle istituzioni politiche, i melodrammi della sicurezza nazionale affrontano l’aspetto etico delle misure antiterrorismo in America. Questi temi si sono indubbiamente intensificati, e di molto, dopo gli attacchi terroristici [...]

understanding Italy

Catholic anti-liberalism and Italy’s new populist government

Italy’s new populist government has attracted interest in the USA, and in particular in the small, but active American Catholic anti-liberal and neo-traditionalist minority. There is a perceptible fascination with the new League-Five Star populist government [...]

Italy’s crisis viewed from the year 1992

This crisis has many causes, proximate and deeper. I should like to suggest one perspective from which to examine them, that of Italy’s approach to European political and economic integration. For the events of the past week revolved around euro-zone membership, in more than one way.  [...]

memoria / memorie

Quarant'anni di legge 194

I dati del Guttmacher Institute indicano che, ovunque ci siano leggi che consentono l’interruzione volontaria della gravidanza (Ivg), questa è in calo, anche in Italia. Eppure, negli ultimi anni in molti di quei Paesi, inclusa l’Italia, si sono accese polemiche sull’aborto [...]

La rivoluzione di Marco Cavallo

[Quarant’anni dopo la Legge Basaglia] Gli anni Sessanta e Settanta del secolo scorso vedono il nostro Paese protagonista di una delle più importanti rivoluzioni sociali, la chiusura dei manicomi e la sperimentazione di una cura del male mentale dentro la società e non ai suoi margini. Tutto comincia a Gorizia, nel 1961 [...]

profilo

Manlio Rossi-Doria

[Dal numero 2/18] Manlio Rossi-Doria, meridionalista e studioso di economia e politica agraria, nasce a Roma nel 1905 e muore nel 1988 nella stessa città. Ma trascorre la maggior parte della sua vita a Napoli e nel Mezzogiorno. [...]

fedi e mondo