Rivista il mulino

Content Section

Central Section

La riapertura delle scuole, una questione urbana

immagine Tempi e spazi della scuola sono oggi al centro di una discussione pubblica che coinvolge amministratori e cittadini, le cui implicazioni hanno ricadute importanti sul ruolo urbano e sulle relazioni di prossimità che la scuola può intrattenere con i contesti territoriali. Una sfida urgente nel tempo brevissimo dell’estate e dell’attivazione dei servizi educativi estivi, nel tempo breve della ripresa a settembre dell’anno scolastico, nel medio termine per la riconfigurazione di una nuova normalità. Molto si è detto su quanto la scuola, i bambini e i ragazzi siano stati esclusi dal dibattito pubblico nella cosiddetta “fase 1” dell’emergenza Covid-19. La scuola, che in alcune Regioni (Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia-Romagna) è chiusa da tre mesi (dal 24 febbraio 2020, nel resto del Paese dal 5 marzo), è stata il primo luogo pubblico a chiudere (prima di uffici, parchi, palestre e piscine, esercizi commerciali) e sarà probabilmente l’ultimo a riaprire (dopo uffici, parchi, palestre e piscine, esercizi commerciali). Del 13 maggio è la conferma dal ministero dell’Istruzione che la scuola riaprirà a settembre, con forme e modi che saranno specificati di concerto tra Miur e ministero della Salute con il supporto del Comitato tecnico-scientifico nominato a fine aprile dalla ministra Lucia Azzolina. L’Italia è tra i pochi Paesi europei ad aver scelto questa direzione. [...]

 

in libreria

Un futuro più giusto

È urgente imboccare la strada di un futuro più giusto, prendendo di petto il problema dei problemi: le gravi disuguaglianze e il senso di ingiustizia e impotenza che mortificano il Paese. [...]

il caso italiano

Covid-19 e report scientifici: questioni di metodo

L’emergenza sanitaria ha posto problemi complessi di salvaguardia della salute pubblica da una minaccia grave e ignota. Per questo motivo, i decisori politici, nazionali e locali, hanno richiesto l’aiuto di esperti [...]

A proposito del caso Bonafede / 2

[L’utilità delle mozioni di sfiducia al singolo ministro] Le due mozioni di sfiducia presentate nei confronti del ministro della Giustizia Bonafede sono state respinte dal Senato nella seduta del 20 maggio 2020: [...]

A proposito del caso Bonafede / 1

[Perché sostituire la mozione di sfiducia individuale col potere di proporre la revoca] Il 20 maggio si è registrata in Senato l’ennesima bocciatura di due mozioni di sfiducia individuale. In questo caso entrambe contro il ministro della Giustizia Bonafede [...]

lettere internazionali

Berlino
22/5/2020

Modelli occupazionali nella lavorazione della carne e stili di consumo. 3 euro per un chilo di cotolette di maiale, 4 euro per mezzo chilo di carne di manzo macinata. Non si tratta dei prezzi al dettaglio dei negozi alimentari in Romania [...]

Santiago del Cile
19/5/2020

Socialismo municipale alla cilena. Recoleta è uno dei trentasette comuni che formano il Gran Santiago, l’area metropolitana della capitale cilena. Il comune sorge a Nord del rio Mapocho, il fiume terroso [...]

Lansing (Mich.)
11/5/2020

Ce la mettono tutta a sembrar truci quei sei schierati davanti alla porta della governatrice del Michigan, Gretchen Whitmer, il 30 aprile scorso, anche se con i loro immensi e disparati fucili mitragliatori, [...]
 

in Europa

Eurosistema: un delicato equilibrio

[A proposito della sentenza della Corte tedesca / 3] Può l’eurosistema, formato dalla Bce e dalle Banche centrali dei Paesi che adottano l’euro, rispondere “entro tre mesi” alla domanda della Corte costituzionale tedesca (Cct)? Ovvero, se il Programma di acquisto di titoli pubblici (Pspp) deciso nel 2015 [...]

Ora tocca alla Germania

[A proposito della sentenza della Corte tedesca / 2] A dispetto di alcuni iniziali commenti e delle prime reazioni dei mercati, la recente decisione della Corte federale tedesca non annuncia la fine dell'unione monetaria. Il giudizio della Corte di Karlsruhe comporta però conseguenze politiche [...]

Una corte anomala e temuta

[A proposito della sentenza della Corte tedesca / 1] Nonostante la straordinarietà della sua decisione di non applicare la sentenza della Corte europea di giustizia perché considerata "arbitraria", il Tribunale costituzionale federale tedesco, nel valutare il piano Pspp della Bce, si è mosso nel solco di una giurisprudenza consolidata. [...]

cartoline dall'Italia

Sardegna, un'isola non isolata

[>> viaggio nell'Italia dell'emergenza / 23] Per definizione, un’isola è “una porzione di terraferma completamente circondata dalle acque di un oceano, un mare, un lago, un fiume”: nel caso della Sardegna il mar Tirreno [...]

Padova, capitale europea del volontariato 2020

[>> viaggio nell'Italia dell'emergenza / 22] Sembra passato un secolo da quel 7 febbraio in cui l’Istituto Spallanzani di Roma, emanando il suo ottavo bollettino, informava del primo italiano ufficialmente contagiato dal Coronavirus [...]

Rimini e l'Istituto Maccolini

[>> viaggio nell’Italia dell’emergenza / 21] Mentre Rimini diventava zona rossa con un numero di contagi esorbitante, che cresceva di giorno in giorno, all’Istituto Maccolini, storica Rsa cittadina gestita dalla Congregazione [...]

Il Trentino, colpito nelle sue eccellenze

[>> viaggio nell'Italia dell'emergenza / 20] E pensare che soltanto poche settimane fa, anche se sembrano mesi, tutto era cominciato con una buona dose di autoironia collettiva sul mantenimento del “metro di distanza interpersonale” [...]

Roma e i senza fissa dimora

[>> viaggio nell'Italia dell'emergenza / 19] Come in molte altre città italiane, a Roma gli invisibili stanno rimanendo tali anche durante questa pandemia. Il diritto alla salute di chi è costretto a vivere in strada, in accampamenti, nei centri di accoglienza [...]

culture

Socialdemocrazia e sinistra liberale

[Dal numero 2/20] Questo saggio è il rifacimento di una relazione tenuta nella sesta edizione del Festival di storia del 900 (Forlì, 23-26 ottobre 2019). Il titolo del festival era: «La socialdemocrazia è morta?»; quello della sessione cui ho partecipato: «La Terza Via e i conti con il liberismo». Il primo titolo, se togliamo il punto interrogativo, si riferisce a una notizia «grossolanamente esagerata», avrebbe detto Mark Twain. [...]

profilo

Massimo D’Antona (1948-1999)

[Un ricordo nell'anniversario della morte] L’opera omnia di questo giurista si compone di una monografia (1979) e di una vastissima saggistica. Compresi quelli “minori”, gli scritti sono alcune centinaia: il primo è pubblicato nel 1972, l’ultimo pochi mesi dopo la scomparsa dell’autore. [...]

Fosco Maraini

[Dal numero 2/20] «Tutto ciò che succede nel mondo mi riguarda». Una frase presuntuosa e folle, che solo chi è davvero avido di conoscere può azzardarsi a scrivere. Ma che quasi nessuno può provare a mettere in pratica. [...]

a scuola

Sorvegliare e istruire

Interno borghese evocato da piccoli dettagli (libreria disordinata con metodo, riproduzione di un Kandinskij alla parete). Ora indefinita del mattino. Un computer non di ultimo modello sulla scrivania.  [...]

understanding Italy