Rivista il mulino

Content Section

Central Section

I viziosi e i virtuosi

immagine È vero, tedeschi, olandesi, austriaci e altri consoci non si sono mostrati granché amichevoli nei nostri confronti. Ma, prima di risvegliare i consueti pregiudizi antigermanici e d’intonare geremiadi sulla fine dell’Europa, è il caso di ragionarci. Converrà rammentare per prima cosa che molti Länder tedeschi stanno accogliendo, o sono pronti ad accogliere, un discreto numero di malati provenienti dall’Italia. Visto il collasso di molte nostre strutture sanitarie, è un soccorso non meno prezioso di quello prestato da altri, ultima l’Albania, il cui aiuto ci ha comprensibilmente colpiti. Di primo acchito, la mancanza di solidarietà di quella che per semplificare chiameremo l’Alleanza del Nord nei confronti dei Paesi più colpiti dal virus, e anche più indebitati, brucia parecchio. Ma le cose vanno sempre osservate da entrambi i lati. Qual è, in altri termini, il punto di vista di chi ci nega l’aiuto finanziario – peraltro imponente – che stiamo chiedendo? Esclusa l’impossibilità materiale di offrire aiuto, un argomento spicca su ogni altro, e riguarda lo stato dell’Europa così come si è consolidata negli ultimi tre decenni. [...]

 

lettere internazionali

Il Coronavirus
visto da Umeå

[La pandemia degli altri / 11] Le scuole dell’obbligo sono ancora aperte in Svezia. La mia compagna lavora come insegnante e ogni mattina, prima di uscire di casa, indossa una mascherina e infila un flacone di disinfettante in borsa [...]

Il Coronavirus
visto da Istanbul

[La pandemia degli altri / 10] “Ho sentito che in Italia la situazione è drammatica. Secondo lei il virus è già anche qui, in Turchia?”. Sono alla stazione degli autobus di Edirne, città turca sul confine con la Grecia dove nelle scorse settimane migliaia di migranti si sono ammassati tentando, vanamente, di entrare in Europa [...]

Il Coronavirus
visto da Essen

[La pandemia degli altri / 9] La Germania è un allenatissimo centometrista che, senza barare, sfida gli altri Paesi europei aspettando lo sparo dello starter su blocchi di partenza posizionati a cinquanta metri dal traguardo. [...]

Il Coronavirus
visto da Nur-Sultan

[La pandemia degli altri / 8] Sono i primi giorni di marzo e mi trovo all’aeroporto di Francoforte in attesa di imbarcarmi sul volo per Nur-Sultan. Vado a comprare qualcosa al duty-free e la giovane cassiera, evidentemente rilassata dato lo scarso numero di clienti, nel prendere in mano la carta d’imbarco legge a voce alta “TSE”, guardandomi con aria interrogativa. “Nur-Sultan”, rispondo con un sorriso [...]
 

understanding Italy

The Italian Response

[How the crisis gets resolved will depend, to a large extent, on the European Union] Historians of the future may remember 2020 as a turning point in world history. Italians will likely view the coronavirus crisis as a turning point in the history of their own country. [...]

culture

La pandemia: quattro profili morali

John Authers, senior editor di Bloomberg, di solito parla di mercati finanziari, ma nella sua ultima newsletter si occupa di come il Coronavirus stia smuovendo "l'universo morale" da ogni punto di vista. Mi sembra interessante che affronti questo argomento. Chiunque abbia un po’ di amore per il mondo sa che certi ragionamenti sulla giustizia sono necessari. Authers individua quattro profili morali, detto in modo meno pomposo individua quattro modi in cui possiamo scegliere di porci una domanda fondamentale: come gestire al meglio l'emergenza e il dopo? [...]

fedi e mondo

L’Amazzonia, il papa, la Chiesa

È passato quasi un mese dalla pubblicazione dell’esortazione post-sinodale Querida Amazonia di papa Francesco. Nel frattempo siamo stati tutti travolti da questioni più urgenti di salute a livello globale e di psicosi sociale indotta dal contagio del Coronavirus che hanno fatto cadere nel limbo quasi tutto il resto della vita umana, anche il testo di Francesco. [...]

in Europa

L’ennesimo ritorno dei confini statali?

I confini sono stati tradizionalmente concepiti come strumenti di protezione dalle ingerenze esterne: sono la soglia oltre la quale allignano le minacce, la barriera che ci immunizza dalla contaminazione con l’estraneo. [...]

il caso italiano

La comunicazione sul Covid19

[Errori di concetto e di linguaggio in tempi di pandemia] Quando a posteriori rifletteremo sull’esperienza dell’infezione da Covid19, uno dei primi elementi da mettere sul banco degli imputati dovrà per forza essere quello della comunicazione, a tutti i livelli. [...]

Tra limitazioni e sorveglianza

Il virus giustifica la limitazione della libertà di circolazione. È limitata all’immediatezza delle rispettive abitazioni (non tutte confortevoli o salubri), nel comune di residenza in Italia, nella sospensione dello spazio Schengen in Europa. [...]

calendario civile

16 marzo 1966

[Scoppia il caso «la zanzara» ] Il pomeriggio del 16 marzo 1966 due studenti e una studentessa del liceo classico Parini di Milano vengono invitati a presentarsi nello studio del sostituto procuratore della Repubblica Pasquale Carcasio. È il momento in cui quella che sembrava poco più di una grana da liceali diventa il «caso della zanzara». A scatenare tanto allarme sono una domanda – «Che cosa pensano le ragazze d’oggi?» –  e le relative, ingombranti risposte, stampate nel numero di febbraio de «la zanzara», giornale studentesco del borghesissimo liceo milanese. [...]

cartoline dall'Italia

Perché proprio qui?

[Cartolina da Bergamo] Vivo nell'epicentro del contagio, a pochi chilometri dall'ospedale di Alzano, cuore del disastro bergamasco. Mi limito a fornirvi qualche dato sul presente in cui vivo, molto materiale, qualora non vi fosse giunto proprio tutto, da Bergamo. I morti – come sostiene anche il sindaco Giorgio Gori – sono molti più di quelli che vengono conteggiati, perché non tutte le persone che muoiono hanno avuto un tampone. [...]

a scuola

Ribaltamenti: contro l’abbandono scolastico e la povertà educativa

[Dal numero 1/20] Quella che segue è la narrazione di un buon esempio di politica pubblica. Abbiamo scelto il titolo “ribaltamenti” perché il percorso dei laboratori di co-progettazione territoriale delle azioni di contrasto all’abbandono scolastico e alla povertà educativa - promossi e coordinati dall’Amministrazione comunale di Napoli - si è assunto la responsabilità di provare a “ribaltare” prospettive, atteggiamenti e canoni tipici della pubblica amministrazione. [...]

memoria / memorie

Alberto Arbasino (1930-2020)

Quanto Arbasino abbiamo letto! In casa ricordo le copertine dei libri pubblicati da Feltrinelli; poi da ragazzo, quando ho cominciato a comprare i suoi libri, quelle di Garzanti e di Einaudi, e, da adulto, quelle di Adelphi. Già la scelta dell’editore, mutato nel corso dei decenni, indica le grandi capacità tattiche di Arbasino: essere al posto giusto nel momento giusto. [...]

profilo

Renzo De Felice

[Dal numero 1/20] Renzo De Felice morì il 26 maggio del 1996 a sessantasette anni. Da allora, in Italia e nel mondo, si sono susseguite trasformazioni epocali, tanto che sarebbe difficile immaginare che cosa direbbe di fronte agli scenari odierni, così diversi da quelli della metà degli anni Novanta. [...]