Rivista il mulino

Content Section

Central Section

PARTITI
1 2 3 »<
Dal numero 1/20
Gianfranco Pasquino, 19 March 2020

Contro il finanziamento pubblico di questi partiti è il titolo di un mio articolo che “il Mulino” riuscì fulmineamente a pubblicare (n. 2/1974, pp. 233-255) prima che la legge n. 195 del 2 maggio 1974, primo firmatario il capogruppo della Democrazia cristiana alla Camera dei deputati Flaminio Piccoli, concordata con tutti gli altri partiti ad eccezione del Partito liberale italiano (che in seguito ne tentò, senza successo, l’abrogazione per via referendaria), fosse licenziata

[...]
Dal numero 1/20
Mario Ricciardi, 19 March 2020

1. In occasione del ventennale dalla scomparsa di Bettino Craxi, la pubblicazione di diversi libri e l’uscita del film di Gianni Amelio hanno richiamato l’attenzione dell’opinione pubblica su quella che rimane una figura controversa. Il passare del tempo non ha favorito, come sarebbe stato auspicabile, un dibattito politico e storico equilibrato

[...]
Dal numero 6/19
Piero Ignazi, 16 January 2020

Nel tentativo di fornire una definizione ai partiti politici, la scienza politica ha insistito su un aspetto che sembrava coglierne l’essenza e soprattutto demarcarne i confini con ogni altro tipo di associazione o gruppo: la sua esclusività nell’arena elettorale. Il certificato di garanzia dell’essere un partito politico verrebbe quindi dal presidiare l’ambito elettorale.

[...]
Marina Calculli, 20 December 2019

C’è una tendenza paradossale che attraversa oggi i movimenti di protesta nel mondo: i manifestanti sfidano il sistema politico, eppure si definiscono ‘apolitici’. Il paradosso è lampante quando si ascoltano le domande degli attivisti contro le autorità nazionali o l’ordine globale. Ma scrutando più da vicino questa strana popolarità dell’apolitico, l’impressione è che i movimenti stiano piuttosto cercando un linguaggio smarrito per poter articolare politicamente la propria contestazione, contro una élite che ha sfigurato l’essenza della politica, ossia la dialettica ideologica.

Dalla crisi economica del 2008 sono cresciuti nel mondo i movimenti “apolitici” o “apartitici”. Accanto al movimento no-global, la cui linea ideologica è chiara ma più datata,

[...]
Martino Mazzonis, 17 December 2019

Ma c'è qualcosa da salvare, nella campagna perdente del Labour. Nel partito laburista è cominciata la notte dei lunghi coltelli, nella quale i nemici di Jeremy Corbyn e dei suoi cercheranno di fare tabula rasa di quello che è stato definito il “corbynismo”, come se quattro anni alla guida di un partito di opposizione facessero la storia.

[...]
1 2 3 »<