Rivista il mulino

Content Section

Central Section

La politica ferma a un tornante

immagine Sempre più chiaramente la campagna elettorale, già partita da tempo, si presenta come occasione di scontro all’ultimo sangue. La cosa dovrebbe preoccupare, visto il momento delicato tanto a livello nazionale quanto sulla scena internazionale. C’è da augurarsi che le tensioni non superino i limiti di guardia, anche se non c’è certezza che l’augurio si traduca in realtà. La democrazia è un sistema di competizione fra forze diverse e il cosiddetto fair play non è mai stato uno schema di gioco molto praticato. È ogni giorno più evidente che l’Italia si trova di fronte a una svolta dei suoi equilibri. O meglio: quella svolta che, auspicata o temuta, si preannuncia da vari decenni è probabilmente arrivata a un tornante, anche se non è dato sapere se si tratta di quello definitivo. Ciò che si intuisce è che tutte le forze in campo (non solo quelle politiche) operano e ragionano come se ciò fosse assodato: la posta in gioco è quella definitiva, non ci saranno partite di recupero. Difficile dire se effettivamente tutto si deciderà nella prossima tornata elettorale. Può accadere se gli eventi spingano gli elettori a fare almeno una scelta di campo decisiva, cioè a consacrare un nuovo equilibrio di forze che ne veda prevalere una con nettezza. Non è necessario immaginare il 51% o più dei consensi: è sufficiente intuire che il vento spira decisamente a favore di una forza politica, poi verrà una legislatura per consolidarsi, durante quella il carro del vincitore accoglierà i consensi – progressivi ma rapidi – della maggior parte dei centri dirigenti del Paese. Sinora in tutti i cambi di equilibri politici è stato così.  [...]

 

cartoline dall'Italia

Trieste

[>> viaggio in Italia]Trieste e il suo porto è il titolo di uno dei documentari sulla storia commerciale e industriale di Trieste che può essere visto su YouTube. Un titolo che si potrebbe trasformare, e avrebbe senz’altro senso, in Trieste è il suo porto. Rifletterebbe bene l’immaginario collettivo che associa gli anni d’oro della città ai tempi in cui il Golfo di Trieste era ricolmo di imbarcazioni, bastimenti, piroscafi. [...]

La Basilicata

[>> viaggio in Italia]Negli ultimi anni la Basilicata è ritornata al centro dell’interesse nazionale per le attività estrattive di gas e petrolio dell’Eni, ma non solo, considerata anche la presenza di Shell e Total, e per le problematiche ambientali che vi sono connesse,  [...]

lettere internazionali

Berlino
18/9/2017

I dilemmi che la campagna elettorale non ha affrontato. Almeno sino a oggi, le elezioni tedesche non hanno certo destato entusiasmo. La forza di Angela Merkel, la cui rielezione non è mai stata davvero messa in discussione, e l’incapacità di Martin Schulz di sfruttare il buon clima che si era generato inizialmente intorno alla sua candidatura, non hanno aiutato a vivacizzare il dibattito politico. [...]
 

culture

Etica dell'emergenza e responsabilità individuale

L'uragano Irma e gli allagamenti di Livorno e Roma hanno ridestato l’attenzione sul rapporto fra eventi del genere e il cambiamento climatico in corso. Per quanto la scienza non possa ancora istituire nessi causali diretti fra mutamento del clima e singoli eventi, molti scienziati vedono nell'aumento di precipitazioni intense e uragani una conseguenza certa del mutato assetto climatico [...]

La nemesi del diritto

[Un colloquio con Anouar Rahmani ] L’Algeria è forse l’unico Paese in cui un romanziere deve giustificare davanti alla legge il comportamento dei suoi personaggi. È successo al giovane scrittore Anouar Rahmani. [...]

il caso italiano

Ex-vitalizi, quando dilaga la demagogia

La demagogia è un animale feroce che si nutre di carne umana. Ma non appartiene alle nobili specie dei grandi felini che non esitano a battersi con uomini vivi e armati (e perciò anche vili); come le iene si accontentano di spolpare i cadaveri. [...]

Leggere i dati sul lavoro

[Un po’ di chiarezza su crescita e mercato del lavoro ] La pubblicazione dei dati Istat sul mercato del lavoro, all’inizio del mese, ha dato il via a una messe di commenti contraddittori. A chi si felicitava per il ritorno ai livelli di occupazione del 2008 (23 milioni di occupati), si è immediatamente opposto chi deplorava l’aumento del tasso di disoccupazione (+ 11,3%). Paradossalmente, entrambe le posizioni sono errate. [...]

in libreria

memoria / memorie

Le sirene del neoborbonismo

Gian Luca Fruci e Carmine Pinto nell’articolo pubblicato su queste pagine hanno ribadito gli argomenti dei tanti autorevoli studiosi, tra cui loro, che hanno stigmatizzato le recriminazioni neoborboniche che da tempo fioriscono a Mezzogiorno, [...]

Un ricordo di Gigi Pedrazzi

[Dal numero 4/2017] Luigi Pedrazzi lascia un segno profondo, una traccia indelebile di una vita straordinariamente generosa. Generosità, ironia, dialogo e leggerezza fondati su un impegno intellettuale, morale, civile e religioso di altissimo livello e straordinaria profondità [...]

in Europa

Campioni europei, egoismi nazionali

In principio fu Airbus, quella originale dei cieli a guida franco-tedesca. Ma alla luce del caso Stx-Fincantieri di questi giorni, la domanda diviene: avremo mai quella dei mari? Per rispondere alla domanda è necessario fare un passo indietro. [...]

fedi e mondo

Istituzioni al servizio

[A proposito del cambio al vertice della Congregazione per la dottrina della fede] Il recente cambio operato da papa Francesco al vertice della Congregazione della dottrina della fede può essere letto in un’ottica di funzionalità istituzionale. Pochi anni dopo il Concilioil suo lavoro censorio è passato da un’analisi teologica dei testi [...]

a scuola

Il naufragio della storia nella scuola italiana

Dal primo settembre 2004 la storia viene insegnata nelle scuole italiane secondo la scansione dei contenuti prevista dalla riforma Moratti (Legge 53/2003 e D.Lgs. 59/2004), rimasta pressoché invariata [...]