Rivista il mulino

Content Section

Central Section

Condorcet. Ripensare la scuola

immagine La scuola è scomparsa dai radar della politica. Dopo due-tre anni di aspri conflitti intorno alla Buona scuola, il nuovo governo Lega-Cinquestelle l’ha messa in secondo piano. Ha affrontato pochi problemi circoscritti, smontando qua e là alcune cose fatte dal governo precedente, ma non ha messo in cantiere un progetto di riforma, né investimenti significativi. Le priorità sono altre: reddito di cittadinanza, pensioni, immigrazione ecc. Del resto, le divisioni aperte dalla Buona scuola sembrano avere “scottato” chi si occupa di politica scolastica. Sembra quasi che si abbia paura di sollevare lo sguardo, di impostare i problemi da un punto di vista generale, di sistema. Per evitare nuovi conflitti. Così ci stiamo inabissando lentamente. Stiamo perdendo una prospettiva, in un difficile momento di crisi della scuola italiana. Inoltre, questa sorta di rimozione nasconde un altro problema: la necessità di ricostruire una visione dell’istruzione dal basso, cioè non direttamente dall’iniziativa politica, come è successo con le ultime riforme, ma dall’opinione pubblica, da un consenso cresciuto lentamente intorno a un progetto condiviso. Da una esigenza di questo tipo nasce Condorcet. Dietro questo nome si raccoglie un gruppo di docenti, dirigenti scolastici, genitori, esperti e appassionati di scuola che vuole aprire un dibattito su un progetto ambizioso di riforma della scuola. Meglio: su alcune riforme necessarie alla scuola italiana. [...]

 

lettere internazionali

Berlino
21/2/2019

Il futuro al lavoroAndrea Nahles, da poco meno di un anno presidente della Spd, sta tentando di far uscire il suo partito dalla crisi nella quale si trascina ormai da anni. Una crisi confermata dai sondaggi che danno ormai i socialdemocratici terza forza politica dopo i conservatori e i Grünen e a rischio di essere superati dalla stessa Alternativ für Deutschland. [...]

Emergenza nazionale
secondo Trump

Che Donald Trump abbia un’idea molto personale di emergenza nazionale lo ha già dimostrato lo scorso settembre, quando minacciò di esercitare i poteri eccezionali per obbligare il “New York Times” a rivelare l’autore di un articolo anonimo dove un membro dello staff presidenziale si era reso colpevole di descrivere la bizzarra gestione della Casa Bianca. [...]
 

il caso italiano

Quel che scatenano i "Soldi"

[Il Festival di Sanremo nell’Italia del "Decreto sicurezza"] Per quali ragioni soffermarsi sullo strascico di polemiche intorno al podio di Sanremo che hanno di recente affollato la scena mediatica? In fondo - direbbero alcuni - polemiche intorno alla kermesse musicale più nazionalpopolare del bel paese ce ne sono sempre state. Inoltre, la tentazione di liquidare un dibattito francamente poco stimolante è dietro l’angolo. [...]

Hanno fatto un deserto e lo hanno chiamato primarie

[Questioni primarie 2019 / 3] Scrivere in questi giorni di primarie del Partito democratico è un compito che risulta vieppiù faticoso e urtante, sia perché avvolto oramai dalla noia (credo non solo di chi scrive) del rituale déjà vu, sia perché sul Pd si sono aggrovigliati tanti e tali problemi da ritenere oramai fuorviante il ruolo e la portata delle primarie. È oramai come sparare sulla Croce Rossa. Il fatto è che le primarie del 3 marzo 2019 sono precipitate all’interno di un enorme buco nero. [...]

fedi e mondo

Stato-Chiesa, i nodi irrisolti

[A novant’anni dal Concordato firmato da Mussolini e Pio XI] Sono trascorsi novant’anni da quando, l’11 febbraio 1929, i rapporti tra Stato e Chiesa cattolica sono stati regolati da un concordato. Un tempo sufficientemente lungo per consentire un bilancio e per verificare se non sia opportuna una nuova revisione, dopo quella operata nel febbraio 1984 sotto il governo Craxi, con la duplice parziale correzione sia dei Patti lateranensi sia del concordato vero e proprio.  [...]

in Europa

Un secondo referendum su Brexit

Nella sua famosa allegoria della democrazia come nave di Stato, Platone rappresenta il popolo come un capitano un po’ sordo, un po’ miope e con una conoscenza del mare insufficiente e inadeguata, contornato da una ciurma di marinai litigiosi e attaccabrighe, a immagine dei politici e dei demagoghi. Sin qui, questa metafora sembra dipingere perfettamente la situazione della politica inglese di oggi [...]

memoria / memorie

Bilancio della memoria

«Ascoltando, infatti, i gridi d’allegria che salgono dalla città [si tratta dei sopravvissuti della città di Orano che stanno festeggiando la fine di un’epidemia di peste, N.d.R.] Rieux ricordava che quell’allegria era sempre minacciata. Sapeva quello che ignorava la folla, e che si può leggere nei libri, ossia che il bacillo della peste non muore né scompare mai, [...]

culture

Il caso Finnis

Il professor Finnis è un importante filosofo del diritto cattolico. Una raccolta di firme online da parte di alcuni studenti dell’università dove Finnis insegna ne ha chiesto la rimozione dalla sua posizione accademica, in pratica per via delle sue idee inaccettabilmente omofobiche. [...]

in libreria

Storie comuni di eroina

Alcuni anni fa apparve su Facebook un album di immagini in bianco e nero scattate dal fotografo Enrico Scuro durante il ‘77 bolognese. Aule occupate, assemblee, cortei, feste. Tantissimi volti di ragazzi: risate, smorfie, pugni alzati [...]

calendario civile

5 febbraio 1992

["Nuove norme sulla cittadinanza": la legge 91] Per Alina oggi è un giorno importante: la sua scuola, un liceo scientifico di Milano, ha organizzato la cerimonia di premiazione di 11 studenti eccellenti e lei è una di loro. Ha la media del 9, è simpatica e popolare. Ma a primavera non andrà in gita a Parigi con i suoi compagni [...]

understanding Italy

cartoline dall'Italia

Il genere a scuola: prove tecniche di inquisizione

[Cartolina da Trento] Nel corso dell’ultimo decennio la provincia di Trento ha rappresentato un interessante e innovativo laboratorio per le politiche di genere e di pari opportunità rispetto allo scenario nazionale, anche grazie a un’attiva collaborazione con l’università [...]

a scuola

Più scuola, innanzitutto

La morte violenta di una ragazza in un cantiere abbandonato nel cuore di Roma occupa le prime pagine dei giornali da giovedì scorso. Desirée Mariottini aveva sedici anni. Come accade sempre in questi casi, le ore immediatamente successive al rinvenimento del corpo sono state dedicate dai media a indagare sulla famiglia [...]

profilo

Richard Titmuss

[Dal numero 4/18] Richard Titmuss è noto a pochi in Italia, tolta la cerchia ristretta degli studiosi di politiche sociali. In Inghilterra, ove invece se ne conserva memoria molto vivida e il suo lavoro è ancora un riferimento fermo per molti studiosi in diverse discipline, fu anche un personaggio pubblico [...]