Rivista il mulino

Content Section

Central Section

DEBITO PUBBLICO
Dal numero 3/19
Marco Leonardi, 08 July 2019

Si può ben dire che i governi di un Paese normale vengono giudicati per la loro capacità di gestire i conti pubblici e, contemporaneamente, incentivare la crescita. Nel ciclo annuale di bilancio, i documenti di finanza pubblica fondamentali sono tre: il documento di economia e finanza (Def) presentato dal governo in primavera;

[...]
Bruno Simili, 14 June 2019

Il 26 maggio, alle europee e alle amministrative, e domenica 9 giugno per il secondo turno delle comunali, gli elettori che hanno deciso di andare a votare – il 56% alle europee, il 60% in media alle amministrative – hanno in larga parte premiato la Lega di Salvini.

Ma, a livello europeo, il successo dei sovranisti che molti temevano non c’è stato, o almeno non è stato tale da alterare profondamente i rapporti di forza all’interno del nuovo Parlamento europeo.

[...]
Proporre la nazionalizzazione del debito pubblico segnala qualche problema di educazione finanziaria di base
Giuseppe Marotta, 26 September 2018

Mancano pochi giorni alla prima edizione del mese dell’educazione finanziaria, promossa  dal Comitato nazionale costituito l’anno scorso presso il ministero dell’Economia e delle finanze

[...]
Investimenti pubblici, debito e crescita
Francesco Saraceno, 07 August 2018

Qualche giorno fa Carlo Cottarelli e Giampaolo Galli hanno scritto per il "Corriere della Sera" un interessante editoriale volto a confutare la tesi che per ridurre il rapporto tra debito e Pil italiano, e quindi rendere più sostenibili le finanze pubbliche,

[...]
La proposta di Sbilanciamoci! 2016: stessi numeri, obiettivi e interventi diversi
Grazia Naletto, Leopoldo Nascia, 07 January 2016

Nel corso degli anni è cresciuta in modo pressante l’influenza dei gruppi di pressione e della Commissione europea sulla redazione della legge di stabilità per conseguire obiettivi di crescita e di riduzione del debito pubblico. Da un lato la Commissione europea, la cui popolarità è ormai al lumicino anche in Italia, impone il rispetto degli indicatori di Maastricht assieme a un coacervo di riforme economiche di stile neoliberista,

[...]