Rivista il mulino

Content Section

Central Section

FISCO
« 1 2 3 4 »<
Nicola Rossi, 09 February 2018

Accantoniamo per un attimo i dettagli e cerchiamo di capire quale sia la logica che ispira una proposta di riforma del sistema fiscale incentrato sulla cosiddetta “flat tax” (sulla aliquota unica o piatta, per dirla in italiano). 

[...]
Proposta irricevibile, ma utile per discutere seriamente di tasse, crescita, lavoro e conti pubblici
Massimo Baldini, Leonzio Rizzo, 05 February 2018

Il punto principale della proposta elettorale di Lega e Forza Italia è la cosiddetta “flat tax”, che sottoporrebbe il reddito del contribuente a un’aliquota unica. L’Irpef rimarrebbe progressiva grazie a una deduzione o a una detrazione.

[...]
Maurizio Vaudagna, 23 January 2018

Trump, la riforma fiscale e le elezioni di novembre. Come andranno le elezioni autunnali al Congresso? Ci sono fattori a favore dell’uno e dell’altro partito e la vera posta in gioco è se i repubblicani manterranno il controllo della Camera e il programma di Trump potrà proseguire.

[...]
Paolo Bosi, 07 December 2017

Lotta all’evasione: quante volte è stata invocata come soluzione finale ai problemi dell’Italia, quante volte è stata utilizzata per fornire fittizie coperture a provvedimenti magari giusti, ma costosi? La lettura di Colpevoli evasioni (Università Bocconi Editore, 2017) di Vincenzo Visco, è un ottimo esercizio per separare il grano dal loglio su questo tema.

[...]
Roberto Escobar, 08 October 2012

La notizia s’è presa tutta una pagina di quotidiano: tale Giuseppe Saggese è finito in carcere per peculato. Maneggiando in modo più o meno creativo i bilanci e i contanti di Tributi Italia, si sarebbe intascato personalmente quindici milioni di euro, sottraendone nel complesso un centinaio alle casse (e ai cittadini) di circa quattrocento comuni. Sembra che il gruzzolo sia stato investito, per così dire, in beni di prima necessità come Audi, Mercedes, Jeep Cherokee, yacht e noleggio di aerei; per tacere di sponsorizzazioni a ignoti musicisti coinvolti in opere liriche messe in scena in Vaticano, in onore di Madre Teresa di Calcutta, o stipendi da ottomila euro a ex generali delle Fiamme gialle e consorti. Naturalmente, tutto questo è da dimostrare. Nell’attesa, proviamo a fare un paio di considerazioni.

La prima è di tipo aritmetico. Prendiamo per buona la stima di chi opina che nel nostro amato Paese vengano sottratti allo Stato, e a noi, pressappoco centoventi miliardi di euro l’anno. Aggiungiamoci l’ipotesi che evadere le tasse o intascarsene l’importo siano comportamenti che si somigliano molto, almeno dal punto di vista del danno pubblico procurato (e magari anche da quello della moralità privata, per usare un concetto fuori moda). Abbiamo così tutto quello che ci serve per far di conto. Cento milioni stanno in centoventi miliardi ben un milione e duecentomila volte.

[...]
« 1 2 3 4 »<