Rivista il mulino

Content Section

Central Section

Deumanizzare gli ultimi

immagine In questi giorni di freddo artico che ha avvolto l’Italia provocando vittime da gelo in varie parti della penisola, da Nord a Sud, ci si accorge, come ogni anno quando si verificano queste condizioni meteorologiche estreme, del problema dei senza fissa dimora che transitano, sopravvivono o muoiono nelle nostre città. Piani di emergenza vengono messi in atto per dare un tetto provvisorio a queste persone, volontari affiancano le istituzioni raccogliendo e distribuendo coperte, cibo caldo ecc. per gli emarginati. Poco però sappiamo di loro. Tendiamo a pensare che sia un problema di cui debbano occuparsi le istituzioni e non noi. A Milano non sono stati occupati tutti i posti predisposti per questa emergenza e un senzatetto ha perso la vita in un rifugio di fortuna. Il comune ha chiesto ai cittadini di segnalare persone che dormono all’addiaccio o in ricoveri di fortuna perché possano essere soccorsi e aiutati. Il problema è che noi cittadini preferiamo non vederli. Fanno parte di quel mondo invisibile che ci disturba e di cui non vogliamo occuparci. Per questo mi sembra interessante l’esperienza di James Beavis, un giovane studente di medicina in Gran Bretagna, che ha trascorso il mese di dicembre come homeless a Londra ponendosi due differenti obiettivi [...]

 

il caso italiano

Una replica

Dopo qualche considerazione personale sulle reazioni di Renzi e dei suoi collaboratori alla sconfitta referendaria, Gianfranco Pasquino ci spiega come devono avvenire i mutamenti di governo a norma di Costituzione e di prassi politiche consolidate. D’accordo, ovviamente. Se però si seguono queste regole, la faccenda potrebbe andare per le lunghe, perché, anche dopo il giudizio della Corte costituzionale, potrebbe essere difficile definire in Parlamento due leggi elettorali – Camera e Senato -  tra loro compatibili. Anche qui d’accordo, ed è quanto scrivono gran parte dei commentatori. E allora perché Renzi avrebbe tanta fretta di  chiudere anticipatamente questa legislatura? [...]

Renzi, drop your guns

La popolarità del governo Gentiloni sembra leggermente in crescita, ma il suo futuro continua a essere oscuro. Tutti i retroscenisti, ma anche troppi commentatori orfani di Renzi, sondano le intenzioni dell’ex capo del governo, [...]

culture

Un teologo alle prese con The Young Pope

Nel Vaticano di inizio XXI secolo, l’elezione al soglio pontificio di un americano giovane e bello si trasforma per i cardinali in una sorpresa tremenda. [...]

profilo

Frank Zappa

Di Frank Zappa si conoscono il nome, l’aura di artista scandaloso e iconoclasta. Qualcuno ricorda l’approccio traumatizzante, e spesso mai più ritentato, alla sua musica. [...]

lettere internazionali

New Delhi
13/1/2017

Una cashless society suo malgrado. In India, banche e sportelli bancomat continuano a essere affollati con code interminabili, dopo che il primo ministro Narendra Modi – due mesi fa – ha deciso di vietare e ritirare i tradizionali biglietti da 1.000 e da 500 rupie. [...]

Ankara
12/1/2017

Fra «traditori» ed «eroi». Nell’estate del 2011, mentre passeggiavo insieme a due amici in un parco di Esfahan, in Iran, si presentò a noi un signore di mezza età. Dopo averci raccontato, in perfetto italiano, dei suoi studi in Italia [...]

Parigi
10/1/2017

Un campo di macerie. In un recente volume sugli anni trascorsi a fare il ghostwriter (la plume) di François Hollande, Aquilino Morelle si chiede come sia potuto accadere alla gauche, e in particolare al Ps, di «perdere tutto in quattro anni». [...]
 

in Europa

Una governance globale delle migrazioni

[Senza una governo condiviso dei fenomeni migratori avremo solo palliativi e la situazione si aggraverà ancora] L’attenzione è oggi prevalentemente concentrata sugli arrivi dei richiedenti asilo e sui flussi forzati. In questi due ultimi anni, tali movimenti hanno raggiunto in Europa dimensioni che hanno messo in discussione l’intero sistema di gestione del fenomeno. [...]

Il fallimento dei sistemi di intelligence

La biografia di Anis Amri, l’autore della strage di Berlino, pone il problema del fallimento dei sistemi di intelligence nei confronti di una persona sorvegliata perché già colpevole di vari reati. E, a maggior ragione, di quanto sia difficile prevenire gli attentati di potenziali terroristi non ancora identificati. [...]

cartoline dall'Italia

L’ospitalità sarda alla prova dei fatti

[Cartolina dalla Sardegna]Da tempo, il mito dell’ospitalità sarda è cosa granitica e diffusa. Senza dover scomodare scienziati sociali di vario rango, basta prendere in mano la Guida del Touring [...]

Ne vale la pena?

[Cartolina da Bologna]Dimostra più dei suoi ventisei anni, gli occhi lucidi e stanchi, il viso scavato, un seno che le esce dalla giacca e da cui succhia avida una bambina invece bellissima e [...]

fedi e mondo

La riforma della Curia

[Il percorso lungo di Francesco] Nella decisione di far convergere il voto del Conclave su Bergoglio il tema della riforma della Curia ha giocato sicuramente un ruolo rilevante. [...]

Francesco e l’eredità della Riforma

Oggi il papa è a Lund. Dell’evento è stato detto molto e molto si dirà, ma l’impressione è che esso sia rimasto ancora troppo poco sviscerato nelle sue implicazioni, nelle sue [...]

a scuola

In difesa delle cattedre Natta

[A proposito dell’intervento di Ricciardi e Viesti contro il provvedimento] Da oltre vent’anni ci lamentiamo della partenza di tanti bravi giovani che scelgono di insegnare all'estero non avendo, in Italia, lo spazio per esercitare il proprio talento. Del resto tutti i vincitori italiani delle prestigiose borse European Research Council (Erc) vanno a fare ricerca all'estero. [...]