Rivista il mulino

Content Section

Central Section

Ecoreati, esegesi di una non-notizia

immagine Una notizia che non fa notizia è ancora una notizia? Una riforma attesa da vent’anni, richiesta da mezzo mondo, che adegua la legislazione italiana a quella dei Paesi più sviluppati, e che viene approvata dal Parlamento a larghissima maggioranza, senza scontri fra parlamentari, senza denunce di fine della democrazia, senza dibattiti infiniti sui talk, senza neppure una richiesta di dimissioni del ministro Alfano, non dovrebbe essere, di questi tempi, un evento così eccezionale, tipo il postino che morde il cane, che anche se non facesse notizia di suo, dovrebbe farla per questa sola ragione? E invece, schiacciata fra riforma della scuola e approvazione del decreto anticorruzione, è passata quasi inosservata. La settimana scorsa il Senato ha approvato la legge che trasforma l’inquinamento ambientale da semplice contravvenzione a vero e proprio reato, con pene detentive che arrivano sino a quindici anni. La legge reca la firma di Ermete Realacci (Pd), Serena Pellegrino (Sel) e Salvatore Micillo (M5S), ed è passata con il voto dei rispettivi gruppi. Entra così nel codice penale il nuovo Titolo VI-bis, intitolato Dei delitti contro l’ambiente: [...]

 

lettere internazionali

Palmira
29/05/2015

Il bottino di Palmira. La conquista della città di Tadmur in Siria, meglio conosciuta nel mondo come Palmira per il suo incredibile sito archeologico protetto dall’Unesco, rappresenta un altro passaggio importante nella fase attuale della Guerra di Siria. È la prima volta che l’organizzazione del sedicente Stato islamico (Is) combatte [...]
 

in Europa

La crisi greca e la solidità europea

Le notizie incrociate che vengono da Bruxelles e Atene non sono buone. Nonostante le dichiarazioni di facciata, le istituzioni europee si stanno preparando per la possibile uscita della Grecia dall’area euro, un fatto dato per più che probabile dall’industria finanziaria. In Grecia intanto ci si barcamena come si può, cercando di guadagnare tempo, tra mancanza di liquidità, pagamenti in scadenza e cambiamenti nella delegazione che discute con i successori della Trojka. [...]

culture

Red Carpet per Karl Marx

[Sulla Biennale di Venezia 2015] Rosso, un rosso vivo forse, certo un rosso come non si vedeva da tanto, è l’interno ovattato in cui va in scena Das Kapital Oratorio, dal Capitale di Karl Marx: una recitazione ininterrotta come di un libro sacro diretta dall’artista inglese Isaac Julien, che si è ispirato alla lettura continua del sacro Akhand Path dei Sikh. È la rossissima Arena il cuore pulsante della Biennale di quest’anno. Con grande spiegamento di moquette, infatti, la sala principale del Padiglione Centrale dei Giardini, [...]

cartoline dall'Italia

Giovani e nuove povertà

[Cartolina da Napoli] Giovanni – nome di fantasia – ha 17 anni. Porta i caffè negli uffici per un bar del centro. Lavora dalle 7 e 30 alle 17 e 30, dal lunedì al sabato. Viene pagato 80 euro la settimana e in più si “porta a casa” una media di 10/15 euro al giorno di mance. Ieri si è messo quasi a piangere, raccontandomi del suo problema, perché il bar cambia gestione e i nuovi proprietari hanno due nipoti che prenderanno il suo posto. Quando ci sono giovani che piangono perché corrono il rischio di non essere più gravemente sfruttati un Paese è arrivato al capolinea. [...]

a scuola

Contro il genere

Nel marzo 2015, diversi genitori e associazioni si sono mobilitati contro le insegnanti di alcune scuole dell’infanzia di Trieste e contro i promotori del progetto "Pari o dispari? Il gioco del rispetto", un progetto nato con l’obiettivo di favorire il superamento degli stereotipi di genere sin dalla scuola dell’infanzia per la promozione del rispetto e la prevenzione della violenza. Le accuse mosse spaziavano dal forzare bambine e bambini a travestirsi scambiandosi i vestiti, all’istigazione a toccarsi le parti intime; [...]

il caso italiano

Qualche domanda al ministro Franceschini

[Restauro, questione ambientale e politiche ministeriali] Grandi polemiche in questi mesi per i restauri condotti sul Colosseo, sul Ciborio di Arnolfo nella Basilica di Santa Cecilia, a Roma, e sulla Basilica inferiore di Assisi. Perché? La risposta è semplice. Sta venendo al pettine il nodo dell’immenso ritardo culturale del settore e la conseguente immensa confusione e inefficienza di attori e regole. Ritardo culturale, confusione e inefficienza che trovano origine e sintesi nel continuare ancora oggi le politiche ministeriali a far coincidere la tutela con il restauro [...]

memoria / memorie

Kruja, la Resistenza dimenticata

Ho festeggiato il nostro settantesimo 25 aprile in Albania, a Kruja, la storica cittadella medievale da cui l’invitto Skanderbeg osò dichiarare guerra ai turchi. Quella dell’eroe albanese non fu l’unica resistenza a nascere tra quelle aspre montagne, perché esattamente cinque secoli dopo (1443-1943) la Divisione “Firenze” del generale Arnaldo Azzi inaugurò proprio a Kruja la Resistenza italiana in terra d’Albania. [...]

in libreria

The politics on exit

Il più delle volte, le discipline politiche più diffuse tendono a essere piuttosto noiose. Seguendo l’esempio di dipartimenti e riviste americane, la ricerca su temi di reale interesse intrinseco sembra arenarsi in tentativi interminabili di modulare le opzioni tra l’office-seeking – l’orientamento a governare e il policy-seeking – quello di rappresentare politicamente; l’interazione tra i partiti che puntano a massimizzare il risultato elettorale e gli elettori “strategici”; [...]

fedi e mondo

La Chiesa cattolica e Francesco, due anni dopo

Lo sguardo sereno e un po’ spregiudicato di un uomo venuto dagli estremi confini del mondo ha smascherato il sogno in cui tutti continuiamo a cullarci: le grandi istituzioni della modernità europea sono giunte alla loro fine – certo nel senso che di esse rimangono solo simulacri che continuiamo a venerare con devozione commovente e illusione preoccupante [...]