Rivista il mulino

Content Section

Central Section

CATALOGNA
1 2 3 »<
Alfonso Botti, 22 October 2019

La sentenza del 14 ottobre scorso con cui il Tribunale Supremo ha condannato 9 dei 12 leader indipendentisti catalani ha provocato forti tensioni in Catalogna e introdotto una grave turbativa nella campagna elettorale che porterà gli spagnoli per la quarta volta alle urne negli ultimi quattro anni il 10 novembre.

Dei 12 imputati, 4 sono stati condannati per sedizione e malversazione, 5 per sedizione e 3 a pene pecuniarie per disobbedienza. Gli alti magistrati non hanno accolto né le richieste dei pubblici ministeri che avevano chiesto condanne per il reato di ribellione e la preclusione al possibile futuro accesso al regime di semilibertà, né quelle avanzate dell’accusa popolare, una sorta di parte civile rappresentata da Vox, che aveva chiesto condanne per organizzazione criminale. Nessun colpo di Stato, dunque, da parte dei leader catalani, come il nazionalismo spagnolo aveva gridato ai quattro venti. Optando per la sedizione, il Tribunale Supremo ha applicato pene detentive più lievi di quelle contemplate per il reato di ribellione, ma comunque pesanti. Oriol Junqueras, vice presidente nel 2017 della Generalitat e leader di Erc, si è visto comminare 13 anni di carcere e altrettanti di interdizione dai pubblici uffici, gli altri imputati dai 12 ai 9 anni, a seconda dei casi, con periodi di interdizione pari agli anni di condanna.

Considerati gli episodi in cui il procès indipendentista aveva trasgredito le leggi vigenti, non si poteva attendere una sentenza assolutoria, né qualcuno si era spinto a tanto. I magistrati hanno dunque applicato, interpretandola come sono preposti a fare, la legge. In un importante paragrafo nelle 493 pagine della sentenza si leggono considerazioni di notevole spessore storico e giuridico sul valore etico e sociale della disobbedienza civile, anche quando incorre nelle sanzioni della legge, che tuttavia i magistrati hanno ritenuto non configurarsi nell’azione degli imputati in quanto “responsabili politici incardinati nella struttura dello Stato [...] con capacità normativa [...] che si presentano, con un irriducibile paradosso, come personaggi che incarnano un potere pubblico che disobbedisce a sé stesso”. Non sorprendono allora i malumori con cui il verdetto dei giudici è stato accolto a destra, in modo sguaiato su alcuni giornali e da parte di Vox.

[...]
L’Europa e la crisi catalana
Michele Della Morte, 10 April 2018

L’acuirsi della crisi catalana, dovuta all’arresto in territorio tedesco e al successivo rilascio su cauzione dell’ex presidente Carles Puigdemont, in esilio in Belgio dallo scorso novembre, ha nuovamente sollevato il velo sui rapporti tra Unione europea e Cataluña.

[...]
Alfonso Botti, 22 December 2017

Il voto dei catalani. I cittadini della Catalogna sono tornati alle urne il  21 dicembre in un contesto segnato da non poche novità. Per la prima volta le elezioni non sono state convocate dalla Generalitat, ma dal governo centrale, si sono tenute in un quadro normativo inedito per la Spagna, qual è risultato dall’applicazione dell’articolo 155 della Costituzione, con gran parte della leadership dei partiti indipendentisti  in prigione o all’estero.

[...]
È l’Ue che ha tenuto a galla gli Stati nazionali, ma ora deve ripensarsi
Alessandro Cavalli, 06 November 2017

Il caso catalano mi rafforza nella convinzione che l’Unione europea è una struttura (o una sovra-struttura) istituzionale creata dai governi degli Stati nazionali per garantire la sopravvivenza degli Stati stessi. Detto altrimenti, senza l’Ue gli Stati nazionali avrebbero avuto vita grama.

[...]
L'impasse catalana / 5
Alfonso Botti, 17 October 2017

La crisi catalana continua Diciamolo subito: qualora il governo di Madrid dovesse concludere la procedura già avviata di applicazione dell’articolo 155 della Costituzione (e quindi esautorare il governo di Barcellona secondo modalità da definire e far approvare dal Senato), si tratterebbe di una decisione del tutto ineccepibile dal punto di vista costituzionale.

[...]
1 2 3 »<