Rivista il mulino

Content Section

Central Section

LETTERATURA
1 2 »<
Wu Ming 1 contro la retorica di Ventotene e sull'Europa di oggi
Lou Palanca, 22 May 2019

Sull’isola di Ventotene, in una delle conversazioni che si tenevano tra i prigionieri politici spediti al confino dal fascismo, Guido Ravaioli interrompe Sandro Pertini e pone ai suoi compagni di prigionia una domanda: Cosa può dare questo libro a noi, oggi e qui?

Il libro di cui si discute in quel frangente è La macchina del tempo di H.G. Wells, ma il quesito vale anche per chi si approccia al nuovo lavoro da solista di Wu Ming 1. Cosa può dare a noi, oggi e qui, il suo libro? In fondo questa domanda e la sua possibile risposta attraversano senza soluzione di continuità

[...]
Una splendida e accurata ricostruzione, che pecca sul fronte della rappresentazione dei gruppi sociali
Enrica Morlicchio, 18 December 2018

La trasposizione cinematografica del L’amica geniale di Elena Ferrante non fa rimpiangere i romanzi da cui è tratta, anzi aiuta a comprenderne meglio alcuni aspetti, grazie anche a un gruppo eccezionale di sceneggiatori, tra i quali figura la misteriosa autrice

[...]
Un colloquio con Anouar Rahmani
Giordano Vintaloro, 15 September 2017

L’Algeria è forse l’unico Paese in cui un romanziere deve giustificare davanti alla legge il comportamento dei suoi personaggi. È successo al giovane scrittore Anouar Rahmani.

[...]
Il capolavoro dell'Ariosto non è meno musicale che poetico
Piero Mioli, 20 January 2017

Cantare è un po' pazziare, via. Comunemente si parla, eccezionalmente si canta. Appena una condizione d'animo si leva dalla normalità, si stacca dalla quotidianità, e si fa stramba, si esalta da sé, viaggia «fuori di sé», allora la parola può diventare canto

[...]
Andrea Battistini, 28 July 2014

Non è un caso che Ezio Raimondi amasse citare, assumendolo quale personale parola d’ordine, un detto di Lucien Febvre, secondo cui corre a tutti l’obbligo di bussare alle porte del vicino, ossia di non precludersi nessuna avventura culturale, abbattendo confini e superando di slancio le faglie e i crepacci innaturali e immotivati che separano le discipline finitime, spalancatisi per l’azione corrosiva di uno specialismo parcellizzato.

[...]
1 2 »<