Rivista il mulino

Content Section

Central Section

PARLAMENTO
1 2 3 »<
Il quarto referendum costituzionale della nostra storia non è meno importante dei precedenti
Nicola Pedrazzi, 22 February 2020

Per la quarta volta nella storia della Repubblica, i cittadini italiani sono chiamati ad approvare o rigettare per via referendaria una modifica della propria Carta fondamentale. Questa volta a essere in ballo sono le modifiche agli articoli 56, 57 e 59, nei passaggi che fissano il numero di parlamentari eletti per ogni camera e il numero di senatori a vita.

Per cosa votiamo esattamente. Domenica 29 marzo potremo votare "sì" o "no" per approvare o respingere la legge di revisione costituzionale dal titolo «Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari».

[...]
Vitalba Azzollini , 11 February 2020

Domani, 12 febbraio, il Senato voterà sulla richiesta, avanzata dal Tribunale dei Ministri di Catania, di autorizzazione a procedere nei riguardi dell’ex ministro dell’Interno, Matteo Salvini, per il caso della nave Gregoretti. Lo scorso 20 gennaio, la Giunta delle immunità aveva bocciato la relazione del presidente Gasparri, secondo cui l’autorizzazione dovrebbe essere negata.

[...]
Alcune puntualizzazioni, in attesa che la Giunta per la autorizzazioni a procedere si pronunci
Vitalba Azzollini , 15 January 2020

A giorni, la Giunta per le immunità del Senato si pronuncerà circa la richiesta di autorizzazione a procedere nei riguardi dell’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini sul caso della nave Gregoretti. Poi sarà la volta dell’Assemblea. Nonostante la Procura di Catania si fosse espressa per l'archiviazione, escludendo la sussistenza di un reato, il Tribunale dei ministri di Catania ha inviato al Senato la richiesta per consentire di sottoporre Salvini a processo. In attesa delle decisioni che verranno, può essere utile chiarire alcuni profili, fornendo alcuni elementi di valutazione.

[...]
Gianfranco Pasquino, 04 January 2020

Il già apprezzato presidente dell’Inps Tito Boeri ha scritto un articolo (Non solo questione di numeri, “la Repubblica”, 31.12.2019), alquanto confuso, inteso a dimostrare che è possibile ridurre il numero dei parlamentari senza che ne discendano conseguenze negative sul funzionamento del Parlamento. Il suo punto di partenza è che i parlamentari attualmente esistenti, pure inspiegabilmente numerosi (rispetto a che cosa, a chi? agli elettori Boeri non offre nessun elemento di valutazione comparata), risultano molto poco produttivi. Per definire e misurare la produttività dei parlamentari l’articolo utilizza due criteri. Il primo è la presenza alle votazioni in aula; il secondo è la stesura di disegni di legge. Entrambi i criteri sono inadeguati e fuorvianti.

[...]
La riduzione del numero dei parlamentari / 1
Nicola Lupo, 14 October 2019

Il referendum costituzionale del 4 dicembre 2016 ha rappresentato un turning point dell’evoluzione istituzionale italiana. Per un verso, ha scoraggiato ogni ulteriore tentativo di procedere a riforme costituzionali complessive, o comunque al loro interno coordinate.

[...]
1 2 3 »<