Rivista il mulino

Content Section

Central Section

RAZZISMO
1 2 3 »<
Denny Mendez è eletta Miss Italia
Francesca Decimo, 06 September 2019

L’elezione di Denny Mendez a Miss Italia il 6 settembre del 1996 costituisce un evento che sottopone la nostra memoria ad un dissonante esercizio tra passato e presente. Ripercorriamo la sua vicenda mentre oggi la competizione di un’altra finalista, Sevmi Fernando, viene imbrigliata entro un frame discorsivo estremamente simile.

[...]
L’omicidio di Jerry Masslo
Michele Colucci, 23 August 2019

Nella notte tra il 23 e il 24 agosto 1989, a Villa Literno, in provincia di Caserta, viene ucciso un bracciante sudafricano. Gli assassini sono alcuni giovani del paese che si recano nottetempo nella zona di Vico Gallinelle con lo scopo di rapinare i migranti stranieri affluiti per la stagione estiva di raccolta del pomodoro. La vittima si chiama Jerry Masslo.

[...]
Dal numero 3/19
Tommaso Vitale, 08 July 2019

Siamo più razzisti? Certo è che l’impressionante escalation di atti e provocazioni di matrice razzista in Italia non può in alcun modo essere sottostimata. Atti gravissimi da parte di gruppi di estrema destra, come quelli di Casal Bruciato di inizio maggio, che si configurano come vere e proprie persecuzioni sistematiche. Ma anche violenza diffusa, nella vita quotidiana, nei mezzi pubblici e in strada.

[...]
Pietro Castelli Gattinara, Caterina Froio, Tommaso Vitale, 09 May 2019

Pur non condividendo quello che fa, come lo fa e gli obiettivi che ha, molti accettano passivamente l’idea che l’estrema destra dia voce al disagio delle periferie italiane. Intorno a questa interpretazione si coagulano molti dei discorsi su CasaPound, anche nella sinistra più critica e radicale.

[...]
Elena De Filippo, Andrea Morniroli, 29 March 2019

Farebbe sorridere se non facesse arrabbiare il fatto che il ministro dell’Interno, nell'incontrare Rami e gli altri ragazzi che con il loro coraggio hanno evitato che il sequestro del pullman di Milano si trasformasse in tragedia, si lamenti del fatto che “il loro caso è stato usato per una battaglia politica”. Non perché Salvini abbia torto, ma perché è lui il primo attore politico che ha fatto della demagogia e della propaganda lo sfondo di ogni suo atto politico e legislativo. Sul tema dei migranti ma non solo.

[...]
1 2 3 »<