Rivista il mulino

Content Section

Central Section

SENATO
sì/no: un voto decisivo
Ermanno Vitale, 12 September 2016

Bisogna dare atto a Paolo Pombeni di aver finalmente proposto, dalla parte del «sì» alla revisione costituzionale, un apprezzabile tentativo di argomentare nel merito, al qualeOggetto sconosciuto

[...]
sì/no: un voto decisivo
Paolo Pombeni, 05 September 2016

Fra le tante stranezze che compaiono nella propaganda contro la riforma costituzionale sottoposta a referendum, una è piuttosto singolare: il nuovo trasporto per un sistema monocamerale. Viene detto che se non si ha un Senato eletto direttamente dal popolo e con pari poteri rispetto alla Camera allora è meglio abolirlo, tanto il monocameralismo funziona.

Se è ancora possibile sottoporre all’opinione pubblica un ragionamento anziché uno slogan, mi permetto di richiamare le ragioni storico-costituzionali che stanno alla base del bicameralismo, ragioni che non mi pare abbiamo perso la loro validità.

La spiegazione classica è che nella formazione della decisione politica (le leggi, ma non solo) è bene che concorrano due istanze: la volontà del popolo espressa attraverso il meccanismo della sua verifica attraverso le elezioni; una volontà della nazione, cioè del corpo politico fin dove possibile rappresentato fuori delle competizioni di parte, capace appunto di sottrarre la decisione politica alla semplice dinamica delle lotte fra partiti (per il resto mutevole a seconda dei momenti in cui si va al voto).

Si capisce che messa in questi termini la questione rischia di apparire come la ricerca dell’araba fenice, visto che non è poi semplice creare una seconda Camera con quei requisiti: che li possegga la «nobiltà» non lo crede più nessuno, che ci siano meccanismi che garantiscono per la seconda Camera la selezione dei «migliori», spiriti eletti capaci di agire sopra le passioni politiche, è altrettanto improbabile.

[...]
Umberto Romagnoli, 04 April 2016

Come la Costituzione vigente è il prodotto di un’assemblea elettiva così la sua revisione non può avere una diversa provenienza: deve cioè essere opera del Parlamento senza interferenze governative. Viceversa,

[...]
Pasquale Pasquino, 23 February 2016

Il sistema politico americano e la nomina del successore di Scalia. Commentando la prossima nomina del successore di Scalia alla Corte suprema, Raffaella

[...]