Rivista il mulino

Content Section

Central Section

FASCISMO
1 2 »<
Claudio Giunta, 02 August 2019

Ho scritto un manuale di letteratura per il triennio delle superiori e da qualche anno vado nelle scuole a presentarlo. Di solito parlo con gli insegnanti, ma a volte mi fanno parlare anche con gli studenti. Quando il numero è contenuto, è una bella esperienza. Gli studenti, se arriva qualcuno da fuori, sono abbastanza contenti, sia perché è una novità in una routine un po’ opprimente, sia perché, dato che non li conosco, non li giudicherò, non li vedrò mai più in vita mia, si sviluppa – talvolta, non sempre – un rapporto franco, libero

[...]
Antonella Braga, 24 July 2019

Come già ricordato su queste pagine, La macchina del vento di Wu-Ming 1, al secolo Roberto Bui, ha il merito di ricordare a italiani smemorati la brutalità del fascismo, l’ignominia del confino di polizia e la dignità dei confinati antifascisti. Ambientato nella colonia confinaria di Ventotene durante la Seconda guerra mondiale, il romanzo è di intrigante lettura, mescolando generi letterari diversi.

[...]
Bruno Simili, 19 February 2018

Chi venerdì è transitato dal centro storico di Bologna non ha potuto non accorgersene. I mezzi e gli agenti delle Forze dell’ordine non si potevano ignorare. Il giorno prima il prefetto Matteo Piantedosi aveva cercato di rassicurare tutti: “In città non c’è un clima pesante e tutti potranno esprimersi liberamente in campagna elettorale”. A Forza Nuova, formazione politica in lizza alle elezioni del 4 marzo, era stata assegnata la centralissima piazza Galvani per un comizio. Sappiamo com’è andata. Nel primo pomeriggio un gruppo di persone ha tentato di occupare la piazza per renderla indisponibile al raduno neofascista previsto per le sette e mezza di sera, ma è stato subito sgomberato con decisione dalla polizia. Successivamente, poco distante, si sono formati due assembramenti: uno in piazza Nettuno (più istituzionale), ai piedi del sacrario ai caduti; un altro un po’ più in là, all’angolo tra piazza Maggiore e via dell’Archiginnasio, inizialmente composto da un centinaio di persone. I collegamenti tra la piazza data in gestione a Forza Nuova e gli altri due gruppi sono stati resi impossibili dalle Forze dell’ordine, che hanno installato cancellate e si sono schierate militarmente. Il contatto tra chi manifestava contro il comizio di Forza Nuova e la polizia alla fine c’è comunque stato, con alcuni contusi manganellati tra i primi, inclusa una giornalista, e qualche poliziotto uscito malconcio dagli scontri.

[...]
Marcello Flores, 13 February 2018

Vi sono momenti in cui il dibattito pubblico sulle parole nasconde un problema di contenuti che si fa fatica a fare emergere e ad affrontare con serietà. In questi giorni abbiamo almeno tre esempi diversi, che dovrebbero costringerci a riflettere e non solo farci “prendere posizione”. Due di questi riguardano casa nostra: la parola “razza”, secondo alcuni da abolire anche nella nostra Costituzione; e l’attribuzione del termine “terrorismo” alla violenta azione di Macerata di un neofascista-leghista contro inermi cittadini di colore. 

[...]
Luca Baldissara, 28 November 2017

Non c’è quotidiano o sito d’informazione che nei giorni scorsi non abbia ripreso la notizia del saluto fascista col quale un calciatore ha esultato sul campo di calcio di Marzabotto, esibendo la t-shirt con la bandiera della Repubblica di Salò indossata sotto la maglia della squadra.

[...]
1 2 »<