Rivista il mulino

Content Section

Central Section

UCRAINA
« 1 2
Marc Botenga, 21 March 2014

L'Ucraina e la Siria viste dall'Iran. Sulle pagine di "Jam-e Jam", un giornale centrista, l'analista Mehdi Fazaeli prova a rispondere a una domanda fondamentale per i centri decisionali occidentali, ma pressoché assente dai media europei: perché l'Occidente in Ucraina è riuscito lì dove ha fallito in Siria?

[...]
Mario Ricciardi, 10 March 2014

Da tempo, ormai, la politica estera ha un ruolo marginale nel dibattito pubblico italiano. Una rimozione che risale alla fine delle Guerra fredda, quando il nostro Paese, liberatosi del peso che la divisione in blocchi del continente aveva imposto alle vite di generazioni di europei, fu costretto a fare i conti con una crisi del sistema politico i cui effetti si avvertono ancora oggi, a più di venti anni di distanza. Completamente assorbiti dallo studio del proprio ombelico, gli italiani sembrano accorgersi di rado di ciò che accade oltre i confini nazionali. Soltanto eventi eccezionali, come catastrofi naturali, guerre o situazioni di grave tensione, del genere di quella che da alcune settimane scuote l'Ucraina, lacerano il velo della cronaca e dell'attualità politica nazionale costringendoci a rivolgere per qualche ora lo sguardo altrove.

Probabilmente questo atteggiamento di "evasione" rispetto alla dimensione politica delle vicende internazionali ha trovato alimento anche nel modo in cui gli italiani hanno vissuto il processo di unificazione europea. Lo spazio economico europeo apparve dischiudere la prospettiva di un benessere privo di costi sociali significativi, che avrebbe inaugurato un'era di progresso senza conflitto. Subito dopo la caduta del muro di Berlino questa visione del destino del nostro continente veniva spesso illustrata richiamando le tesi formulate da Francis Fukuyama nel suo libro sulla "fine della storia". In realtà, il lavoro dello studioso statunitense non era affatto un'apologia del progetto europeo. Rilette oggi, le pagine sul "market oriented authoritarianism" sono tutt'altro che rasserenanti.

[...]
Simone A. Bellezza, 27 January 2014

Barricate senza alternativa. La sensazione che Viktor Janukovič abbia perso il controllo del Paese è netta già all’aeroporto di Kiev: nelle sale d’aspetto gli schermi mostrano il quinto canale, quello della rivoluzione arancione

[...]
« 1 2