Rivista il mulino

Content Section

Central Section

POVERTÀ
1 2 3 »<
Tiziano Breda, 29 October 2018

L’altra faccia della migrazione venezuelana è europea. Il 2018 è stato l’anno in cui la profonda crisi economica e politica in cui versa il Venezuela ha mostrato la sua dimensione umanitaria più grave. Le condizioni disastrose del Paese andino, aggravate da un’incontrollata iperinflazione, hanno portato oltre la soglia della povertà circa il 61,2% della popolazione e spinto milioni di venezuelani a fuggire altrove,

[...]
Bruno Simili, 29 October 2018

La morte violenta di una ragazza in un cantiere abbandonato nel cuore di Roma occupa le prime pagine dei giornali da giovedì scorso. Desirée Mariottini aveva sedici anni. Come accade sempre in questi casi, le ore immediatamente successive al rinvenimento del corpo sono state dedicate dai media a indagare sulla famiglia

[...]
Alcune considerazioni sul film "L’intrusa"
Enrica Morlicchio, 17 October 2017

Per una curiosa coincidenza ho visto nello stesso cinema di Bologna, a distanza di qualche anno, entrambi i film di Leonardo Di Costanzo: L’intervallo e L’intrusa. Godendomi il privilegio di non dover ricorrere ai sottotitoli, diversamente dagli spettatori in sala, alla fine della proiezione de L'intrusa mi sono domandata se

[...]
Enrica Morlicchio, 04 September 2017

“Mi vuoi bene?”, l’invocazione di soccorso – che è allo stesso tempo mozione degli affetti – rivolta dal bambino di Ischia finito sotto le macerie del sisma del 22 agosto scorso ai vigili del fuoco che tentavano di tirarlo fuori da quella trappola di cemento stride con gli insulti razzisti che, in quegli stessi drammatici istanti, sono apparsi in Rete. Eccone un campionario: “Bene terremoto a Ischia. Aspettiamo con ansia il risveglio del Vesuvio. Pensiero del 90% degli italiani”; “Speravamo nel Vesuvio ma il terremoto va bene lo stesso”; “Terremoto a Ischia… dove mangiano 40 kg di carne di coniglio pro-capite l’anno, direi che è Karma…”.  

Purtroppo non si tratta di episodi isolati. Anche in occasione del crollo della palazzina di Torre Annunziata avvenuta qualche mese addietro, che causò la morte tra gli altri di due bambini, la gravità dell’evento e la generosità dei soccorritori e della gente comune (che faceva la spola portando panini, sigarette, caffè e ogni altro genere di conforto) non hanno impedito di rispolverare slogan razzisti nei confronti delle vittime. In entrambe le circostanze si sono chiamati in causa l’abusivismo e l’assenza di controlli, non tanto per denunciare che in molti comuni del Sud l’edilizia pubblica è una voce di bilancio quasi inesistente, quanto per giungere alla conclusione che in fondo questi corrotti di meridionali se la sono andata a cercare.

Qui non intendo affrontare il tema, oggi “caldo”, dell’opportunità o meno di mettere sullo stesso piano l’abusivismo di sussistenza, basato sull’autocostruzione e l’utilizzo di materiali di scarto per necessità, gli abusi edilizi del ceto medio e le grandi speculazioni edilizie che recano gravi danni all’ambiente, alla sicurezza pubblica e all’estetica del paesaggio.

[...]
Dal numero 3/2017
Enrica Morlicchio, 22 June 2017

Il film di Michael Moore Roger & Me, girato alla fine degli anni Ottanta per documentare le conseguenze sociali della deindustrializzazione a Flint, nel Michigan, sede della General Motors, si concludeva con la ripresa dal vivo dello sfratto di un disoccupato e della sua famiglia

[...]
1 2 3 »<