Rivista il mulino

Content Section

Central Section

AMBIENTE
« 5 6 7 8 9 »<
L'enciclica "Laudato si'" e l'ambientalismo di papa Bergoglio
Gianfranco Pellegrino, 25 June 2015

A una settimana di distanza dalla pubblicazione, l'enciclica di papa Francesco sembra colpire i commentatori soprattutto per il suo presunto messaggio anti-capitalista (molto citato il passo sul salvataggio delle banche) e i consigli di vita quotidiana sparsi qua e là. Si tratta di elementi non nuovi, spesso estemporanei, frutto di una strategia comunicativa tipica di questo papato.

[...]
Restauro, questione ambientale e politiche ministeriali
Bruno Zanardi, 25 May 2015

Grandi polemiche in questi mesi per i restauri condotti sul Colosseo, sul Ciborio di Arnolfo nella Basilica di Santa Cecilia, a Roma, e sulla Basilica inferiore di Assisi. Perché? La risposta è semplice. Sta venendo al pettine il nodo dell’immenso ritardo culturale del settore e la conseguente immensa confusione e inefficienza di attori e regole. Ritardo culturale, confusione e inefficienza che trovano origine e sintesi nel continuare ancora oggi le politiche ministeriali a far coincidere la tutela con il restauro

[...]
Mauro Barberis, 25 May 2015

Una notizia che non fa notizia è ancora una notizia? Una riforma attesa da vent’anni, richiesta da mezzo mondo, che adegua la legislazione italiana a quella dei Paesi più sviluppati, e che viene approvata dal Parlamento a larghissima maggioranza, senza scontri fra parlamentari, senza denunce di fine della democrazia, senza dibattiti infiniti sui talk, senza neppure una richiesta di dimissioni del ministro Alfano, non dovrebbe essere, di questi tempi, un evento così eccezionale, tipo il postino che morde il cane, che anche se non facesse notizia di suo, dovrebbe farla per questa sola ragione? E invece, schiacciata fra riforma della scuola e approvazione del decreto anticorruzione, è passata quasi inosservata.

La settimana scorsa il Senato ha approvato la legge che trasforma l’inquinamento ambientale da semplice contravvenzione a vero e proprio reato, con pene detentive che arrivano sino a quindici anni. La legge reca la firma di Ermete Realacci (Pd), Serena Pellegrino (Sel) e Salvatore Micillo (M5S), ed è passata con il voto dei rispettivi gruppi. Entra così nel codice penale il nuovo Titolo VI-bis, intitolato Dei delitti contro l’ambiente:

[...]
Pippo Ranci, 28 July 2014

Come subito indicano titolo e sottotitolo, il libro curato da Pierluigi Ciocca e Ignazio Musu (Natura e capitalismo. Un conflitto da evitare, Luiss University Press, 2014) prende la questione ambientale molto alla lontana. La ferita che lo sviluppo economico infligge ogni giorno all’ambiente è una delle tre «i» che viziano la crescita capitalistica: l’inquinamento che si aggiunge all’instabilità e all’iniquità, secondo l’efficace sintesi con cui Ciocca conclude un affascinante excursus nella storia dello sviluppo economico e delle idee attorno ad esso. Non esploro la vastità del tema e mi limito a qualche osservazione sulla questione ambientale.

[...]
Marco Boschini, 10 July 2014

È come se a un certo punto, a un bambino che ha provato e riprovato ad afferrare un flacone di detersivo e al quale si è sempre ripetuto di non aprirlo e di non toccarlo perché pericoloso, tossico e velenoso, si concedesse, senza una ragione apparente, non solo di afferrarlo ma anche di aprirlo e di berne il contenuto. Perché di punto in bianco considerato adatto alla sua dieta. Con il cosiddetto “decreto competitività” il governo italiano ha di fatto truccato l’etichetta. Peggio: la cancellato le scritte che si trovano per legge sulle confezioni pericolose e tossiche, così come previsto dall’Istituto superiore di sanità: «Tenere fuori dalla portata dei bambini».

[...]
« 5 6 7 8 9 »<