Rivista il mulino

Content Section

Central Section

AMBIENTE
« 3 4 5 6 7 »<
A proposito di politiche energetiche e di ossimori governativi
Bruno Simili, 18 January 2016

Non se n’è parlato molto. Ma il 30 settembre scorso dieci regioni italiane hanno depositato in Cassazione sei proposte di referendum. La metà delle regioni italiane, dunque: Basilicata, Marche, Puglia, Sardegna, Abruzzo, Veneto, Calabria, Liguria, Campania e Molise.

[...]
Gianfranco Pellegrino, 14 December 2015

Un accordo internazionale non è una legge. Una legge contiene due elementi, in genere – e con le dovute eccezioni: l'indicazione di un obbligo e la previsione di una sanzione per chi non vi ottemperi. Un accordo o un trattato internazionale spesso indica obblighi – obblighi di natura contrattuale, per così dire, cioè obblighi che le parti s'impegnano a rispettare –, ma non sempre, o quasi mai, prevede sanzioni.

[...]
Raffaele Lungarella, 10 November 2015

Nella riunione dello scorso 1º ottobre della Conferenza unificata, lo Stato, le regioni e gli enti locali hanno dato il via libera al bando per la realizzazione di un “Piano nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate”. Il piano è previsto dalla legge 190/2014 (legge di stabilità 2015) con l’assegnazione di una dote finanziaria di 194 milioni di euro, 44 per il 2015 e 75 per ognuno dei due anni successivi.

[...]
Cartolina da Capo Teulada
Marco Zurru, 09 November 2015

A volte capita che ci siano situazioni del reale per cui le categorie prodotte per descriverle e definirle nel loro preminente contenuto appaiono assolutamente calzanti, senza ombra alcuna di ambiguità o pericolosa sfumatura. Una di queste è “servitù”.

[...]
A proposito delle distinzioni instabili tra diverse categorie di migranti
Gianfranco Pellegrino, 26 October 2015

Tra le varie reazioni alla crisi dei profughi siriani c'è stata la proposta di abolire l'uso della parola “migranti” e di estendere a chiunque migri da un Paese all'altro l'appellativo di "rifugiato". Sotto la lingua si cela la sostanza: la proposta implicitamente suggerisce che gli Stati non avrebbero diritto di limitare l'accesso dei migranti, perché le ragioni che li spingono alla fuga sono gravi quanto quelle che il diritto internazionale riconosce ai rifugiati.

[...]
« 3 4 5 6 7 »<