Rivista il mulino

Content Section

Central Section

Culture
I conti sbagliati
, August 8, 2012

Il mese scorso, sul "Corriere della Sera", Sergio Rizzo raccoglieva la denuncia pronunciata dalla Corte dei Conti sulla mancata valorizzazione del nostro patrimonio artistico. È inammissibile, denunciava la Corte (e con quella Rizzo), che gli Uffizi espongano solo 1.835 opere, tenendone circa 2.300 nei depositi. Ma anche:

La monotonia delle cicale
, August 1, 2012

In tempi di frugalità scelta o prescritta dalla revisione della spesa (in italiano, spending review), l’analisi dei capitoli di bilancio per individuare i possibili tagli introdotta nel lessico governativo già da Padoa-Schioppa, c’è qualcosa che continua a cicaleggiare per intrinseca natura.

Grande musica per i piccoli
, July 19, 2012

Maria Luisa ha sessantotto anni e fa la sarta. O meglio, la faceva di mestiere, ma da vent’anni a questa parte la fa solo per amore: da quando è nato il fantastico laboratorio di Venti Lucenti, ogni ottobre, fino a maggio cuce per centinaia di figli fiorentini. Maria Luisa ha una figlia che si chiama Manu. Un sorriso che abbaglia, due stelle azzurre incastonate tra i capelli corvini che le scendono lunghi, e che quando raccoglie alla nuca concentrano nello sguardo un’intensità rinascimentale, da belle ferronière.

Città di transizione ed esperimenti di democrazia
, July 5, 2012

In un tempo assai critico per le tradizionali forme di rappresentanza democratica, ci sono esperienze di impegno civico tutt'altro che banali. È il caso delle cosiddette transition towns. Ma che cosa deve intendersi, in questo contesto, per "transizione"? La transizione è sorta tra Irlanda e Inghilterra intorno al 2005, quando ciò che era nato da un corso universitario sulla permacultura

Musica sulle vette
, June 29, 2012

In coincidenza con l'avvio della XVIII edizione de I Suoni delle Dolomiti, Valentina Lo Surdo ci propone, con la gentile concessione de "il manifesto", il testo integrale del resoconto della sua esperienza durante la scorsa edizione, quando prese parte al Cello Trekking guidato da Mario Brunello, che sin dagli inizi della manifestazione, nel 1995, è tra gli animatori e ideatori.

Esiste un luogo ideale per la musica? Esiste. E si chiama aria. Uno spazio impalpabile che si palesa definito, reale quando l’aria è silente e vasta, pronta ad accogliere il puro suono.

Accade di comprendere quanto la musica sia fatta di aria e di silenzio se ci si mette in marcia lungo i suoni delle Dolomiti, sulla via del trekking musicale che conduce alle vette del Trentino, con il violoncellista Mario Brunello. Tre giorni nelle viscere della musica, attraverso percorsi di montagna che non prevedono discese a valle, ma solo passaggi in quota, scavalcando valichi e solcando pendici,