Rivista il mulino

Content Section

Central Section

Culture
L’amore è musica
, April 17, 2012


Se non avete idea di cosa sia un Mews, sarà difficile riuscire a trovare Noretta e John. Perché questo termine, tipicamente inglese, si riferisce ai passaggi privati celati dietro ai palazzi aristocratici del XVIII e XIX secolo, che allora davano alloggio alle scuderie. Oggi si presentano come vicoli tra i più affascinanti dei quartieri signorili di Londra,

La menzogna è bella, la bugia un po’ meno
, April 4, 2012

Giuseppe Pinelli (Pierfrancesco Favino) tende la mano verso Luigi Calabresi (Valerio Mastandrea), invitandolo a leggere Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters; succede a Milano, in una libreria Feltrinelli. Siamo all’inizio di Romanzo di una strage [Italia/Francia, 2012, 129’], ultimo film di Marco Tullio Giordana.

L’orchestra del mondo è a Marrakech
, March 28, 2012

Questa è la storia di una valigia, capace di contenere i suoni del mondo, di un libro, tornato a suonare dopo 26 anni di silenzio, in Marocco. Una storia iniziata nel 1976, quando Giorgio Battistelli era poco più che un ragazzo agli inizi della carriera di compositore. Lo affascinavano l’alchimia, la psicologia e le macchine celibi di Marcel Duchamp.

Studio, lavoro, insomma ci sto bene
, March 21, 2012

Arianna Fantin ha ventisei anni. Da quattro vive a Berlino, dove si è trasferita per studiare scenografia alla Weißensee Kunsthochschule, dopo avere frequentato l’Accademia di Belle arti a Torino

Un serbatoio onirico chiamato Maldive
, March 8, 2012


Sono un’orchestra. Le percussioni dei piedi mettono in moto onde sonanti scure, lente. Il flauto del respiro succhia aria dal tubo di plastica per due o tre secondi e con colpi di lingua la espelle in un tempo doppio. Il tamburo è il cuore, gli archi, acuti, fischiano intorno alle orecchie. Captano lo sciabordio minuto dell’acqua, suoni raggranellati in polvere e sabbia, sibili impercettibili a un ascolto qualsiasi. Ma ascoltare distrattamente qui, in fondo, è un’eresia. Perché non c’è altro da fare se non sentire.