Rivista il mulino

Content Section

Central Section

Identità italiana
Questioni primarie 2019/6
Il richiamo delle primarie
, March 11, 2019

Il “popolo del Pd” ha risposto anche questa volta al richiamo delle primarie”. Il “rito fondativo”, l’aveva definito Arturo Parisi. Teorico del passaggio dall’Ulivo dei partiti al partito dell’Ulivo. Cioè: il Pd. Successivo al “centrosinistra senza trattino”. E all’unione dei partiti di centrosinistra (appunto). Il primo “ambiente politico” a sperimentare questo metodo di scelta del leader. Attraverso il coinvolgimento diretto dei militanti e dei simpatizzanti.

La “deriva ungherese” del diritto del lavoro
, March 8, 2019

Il governo gialloverde prepara la più grande deregolamentazione del diritto del lavoro dell’epoca repubblicana. E, soprattutto, lo fa in silenzio.

Nel turbinio di notizie e polemiche che maggioranza e governo generano ogni giorno, è passata del tutto inosservata una decisione del Consiglio dei ministri del 28 febbraio scorso.

Gli uomini e le idee
, March 6, 2019

“Contano sempre gli uomini prima delle idee. Per me le idee hanno sempre avuto occhi, naso, bocca, braccia, gambe. La mia storia politica è innanzi tutto una storia di presenze umane. L’Italia, quando meno ce lo si aspetta, si scopre che è piena anche di brave persone”. In poche righe Calvino mostra l’importanza dell’incontro con chi è capace di ispirarci, di motivarci ad agire, nei momenti di sconforto.

Questioni primarie 2019/5
(Ri)discutere il partito oltre le primarie
, February 28, 2019

È ormai iniziata l’ultima settimana di campagna elettorale che ci separa dalle cosiddette primarie del Partito democratico (che, com’è stato più volte spiegato su queste pagine, vere primarie non sono). Oggi si terrà l’unico confronto televisivo fra i candidati segretari previsto in questa campagna, e possiamo con certezza sostenere che non sarà certo un evento.

Chi ha paura dell’asimmetria?
, February 26, 2019

È bastato un ulteriore, anche se non definitivo, passo in avanti verso la chiusura delle intese con Veneto, Lombardia ed Emilia-Romagna per la concessione a tali regioni di ulteriori competenze, per scatenare una nuova ondata di indignazione, paura, reazioni scomposte e provocatorie.