Rivista il mulino

Content Section

Central Section

Identità italiana
Inutile far finta che Renzi non ci sia
, July 6, 2018

Nel Pd che si prepara al prossimo congresso c’è la tentazione di non fare i conti con l’eredità del renzismo (sempre che, beninteso, il renzismo sia mai esistito). Eppure non si può dimenticare che dal 2009 – anno in cui ha vinto le primarie di Firenze – fino alla sconfitta delle elezioni politiche del marzo 2018, Matteo Renzi

Una notte che non si preannuncia breve
, July 5, 2018

Marzo 2018, Bologna centrale, Frecciarossa Milano-Roma. Sono appena salito a bordo, davanti a me zoppica una signora sovrappeso con la pelle nera, accompagnata da due pesanti valigie che ne rendono ancor più goffe le movenze. Sto per chiederle se per caso non voglia una mano, quando un asciutto ragazzino sulla ventina mi anticipa

Dignità? C’è tanta strada da fare
, July 4, 2018

Il dibattito sui temi di diritto del lavoro in Italia è spesso preda di un sensazionalismo che impedisce approfondimento e soluzioni ragionate.

Le misure introdotte dal “Decreto Dignità” si limitano a qualche modifica sulla disciplina del lavoro a termine, della somministrazione di lavoro e del licenziamento ingiustificato. Fa quindi sorridere che si sia scomodata la “dignità” del lavoro per questa manciata di norme, non solo da parte del legislatore ma anche degli editorialisti di prestigiosi quotidiani. Con buona pace del ministro Di Maio, le modifiche sono ben lungi dal rappresentare la “Waterloo del precariato”,

Dopo l’articolo di Carlo Trigilia / 8
Il crollo di un progetto velleitario
, June 26, 2018

Nel 2007 ero da dieci anni iscritto ai Ds, i Democratici di sinistra, l’unico partito di cui ho mai preso la tessera. Quando iniziò la battaglia per portare i Ds all’incontro con la Margherita con l’obiettivo di dare vita a un Partito democratico, “scesi in campo” a sostegno della Mozione 3 che suggeriva di procedere lentamente attraverso una prima fase federativa.

Cambiare registro
, June 25, 2018

C’è chi la chiama politica dell’annuncio, chi “teatrino della politica”, chi telepolitica. Gli studiosi parlano di mediatizzazione, per cui quanti vogliono un’adeguata visibilità si conformano alle logiche dei media e sparano dichiarazioni che càlzino a pennello per i titoli dei tg e dei principali siti, casomai ricorrendo alla diretta Facebook