Rivista il mulino

Identità italiana
La crisi che non vogliamo vedere
, July 8, 2015

Dietro l’asetticità dei numeri, il nuovo “Bilancio demografico nazionale” dell’Istat disegna, a ben vedere, un quadro potenzialmente preoccupante per il nostro paese, come segnalato da alcuni osservatori (tra cui Neodemos). Comprensibilmente, la stampa e l’opinione pubblica s’interessano prevalentemente di altre cose, più urgenti e in più rapida evoluzione: dalla crisi economica al terrorismo del Califfato, dagli scandali di mafia capitale al possibile fallimento della Grecia e dell’Unione europea.

Il "gentismo" del M5S
, June 25, 2015

Il successo elettorale e d’opinione del Movimento 5 Stelle sorprende sempre, soprattutto se si considera il trattamento a dir poco freddo che gli riservano gli organi di informazione. È certo figlio del declino di legittimità dei partiti politici e della piaga della corruzione, mai rimarginata dal tempo di Tangentopoli, e che ora purtroppo sta coinvolgendo pesantemente il Pd, il partito che della questione morale aveva fatto la sua bandiera.

Del Partito democratico, delle primarie e di altre schiocchezze
Sotto la rottamazione niente?
, June 22, 2015

Tira una brutta aria nel Partito democratico. Non l’aria dell’uomo solo al comando o della democradura, come alcuni immaginavano. Per progettare imprese di questo genere, se mai davvero si volessero tentare, servono capacità organizzative e strategiche che non si trovano nel Pd. Nessun rischio dittatura, quindi, rapidamente rimesso nel cassetto da tutto quello stuolo di giuristi-opinionisti pronti a gridare al colpo di Stato, più o meno permanente, a ogni battito di ciglia renziano.

Un Paese serio non può che fare così
, June 19, 2015

Il 17 giugno monsignor Giancarlo Perego, direttore generale della fondazione Migrantes, della Conferenza episcopale italiana, ha dichiarato: “Il sistema di accoglienza italiano per richiedenti asilo, improvvisato, insufficiente, politicamente non condiviso, segnato da malaffare e da una burocrazia impagliata, ha portato a una mancanza di credibilità dell'Italia in Europa, e ha giustificato in qualche modo un mancato accordo europeo sul l'agenda delle migrazioni”.

A chi piace Expo
, June 15, 2015

Solo due opinioni sono generalmente diffuse riguardo all’Expo di Milano. O si tratta del mero luogo di incontro tra cemento, debito, precarietà e sessismo oppure è la grande occasione di riscatto dell’Italia a livello internazionale. Questo crea due schiere di persone così polarizzate e dogmatiche da essere incapaci di dubitare delle proprie posizioni, quindi di ascoltare, quindi di comunicare tra loro