Rivista il mulino

Content Section

Central Section

1 2 3 4 5 6 7 8
La scomparsa di un vero Maestro
Pierre Boulez
, January 15, 2016

Schönberg est mort, scrisse con enfasi nel 1952, certo non immaginando che quel suo strano messaggio, misto di costernazione e senso di liberazione, sarebbe stato inteso

Sebald, l’ultimo romantico
, December 23, 2015

Il 14 dicembre 2001, in un singolare incidente d’automobile, moriva Winfried Georg Maximilian Sebald, che Piero Citati considerava «il maggiore tra gli scrittori della sua generazione: nel mondo, non solo in Germania». Era nato nel 1944 in un villaggio dell’Alpe Bavarese da una «normale» famiglia tedesca: il padre era un militare nazista,

Giovanni Berlinguer
, June 12, 2015

Conoscevo poco Giovanni Berlinguer. Sono stato amico da sempre di Luigi, suo cugino. Ma non ho mai incontrato Enrico e avrò, forse, parlato due o tre volte con Giovanni, che di Enrico era il fratello minore. Però Giovanni era nato nel 1924, cioè apparteneva alla generazione dei miei: un po’ più giovane di mio padre, che era del ’21, coetaneo, forse, o giù di lì, di qualcuna delle mie zie. Insomma, come succedeva e ancora succede a Sassari,

Claude Lévi-Strauss
, June 4, 2015

Claude Lévi-Strauss è stato uno degli antropologi (o etnologi, come si preferisce dire in Francia) più influenti della seconda metà del Novecento. Forse solo Clifford Geertz ha raggiunto una notorietà internazionale paragonabile, e non solo all’interno della disciplina. Con questi due studiosi, scomparsi rispettivamente nel 2009 e nel 2006, tramonta l’epoca d’oro di un campo di studi che ha affascinato il secolo scorso,

Stefan Zweig
, December 4, 2014

Sia in Italia sia a livello internazionale, l’opera di Stefan Zweig (1881-1942) sta vivendo un revival di dimensioni impressionanti. Tutti matti per Zweig, titolava recentemente «la Repubblica», mentre il «New York Times» registrava in modo analogo una vera e propria «Zweigmania».

1 2 3 4 5 6 7 8