Rivista il mulino

Content Section

Central Section

Il voto in Francia per il Parlamento europeo
, May 30, 2019

«O me o il caos». Non ha certo brillato per originalità Emmanuel Macron nell’impostare la campagna delle europee attorno a uno slogan vecchio quanto la V Repubblica. Eppure l’antico richiamo gollista qualche effetto ha finito per sortirlo, a partire dalla mobilitazione degli elettori (+7,7% rispetto al 2014).

Il voto in Germania per il Parlamento europeo
, May 29, 2019

Tanto tuonò che piovve. Passate le elezioni europee, la politica tedesca si ritrova con gli stessi problemi che l’affliggono da anni: una traballante coalizione di governo, i partiti storici della Cdu e della Spd in cerca di un’identità e, soprattutto quest’ultima, in piena crisi, lo spauracchio dell’estrema destra, che sembra affliggere soprattutto i Länder a Est.

Il voto in Romania per il Parlamento europeo
, May 29, 2019

I romeni sono andati in massa a votare, registrando un’affluenza da record: 49%, un risultato superiore rispetto alle scorse elezioni del 2014 quando la partecipazione al voto fu del 32,4% e difficile da trovare anche per le politiche.

In una Romania

Dopo le elezioni europee
Il voto per i Verdi al Parlamento europeo
, May 29, 2019

Forse accade sempre, o è sempre accaduto da quando il mondo tranquillo in cui si era vissuti prima del crollo del Muro di Berlino e la supposta fine della Storia è andato in frantumi. Accade sempre che i risultati delle elezioni si possano leggere in maniere difformi e spesso opposte e le tendenze espresse dal voto siano varie e talvolta contraddittorie. È accaduto anche nelle recenti elezioni europee,

Spitzenkandidaten 2019
, May 23, 2019

L’elezione di Jean-Claude Juncker alla presidenza della Commissione europea, nel 2014, sarà ricordata anche per essere scaturita dall’introduzione degli Spitzenkandidaten, con i principali partiti politici che si presentarono alle elezioni europee indicando il loro “candidato capolista” per la guida della Commissione. A pochi giorni dal voto per il nuovo Parlamento europeo è utile riflettere sulle dinamiche politiche e istituzionali che ha messo in moto quella scelta e sulle sue prospettive future.