Rivista il mulino

Content Section

Central Section

Notizie dall'Europa
Un'onda nera
, April 2, 2014

Uno spettro si aggira per l'Europa: lo spettro dell'estrema destra, rinvigorito dai successi del Front national alle amministrative francesi, ma non solo. Per rendersi conto del vento che tira basta ricordare come in occasione delle prime elezioni europee a suffragio diretto, svoltesi nel giugno 1979, un solo partito di estrema destra era riuscito a conquistare una – modesta – rappresentanza parlamentare

L'Unione europea e i cambiamenti climatici
, February 26, 2014

In molte occasioni l’Unione europea ha manifestato la propria volontà di esercitare un ruolo di avanguardia nella lotta ai cambiamenti climatici in atto, dipendenti, in larga parte, dall’attività dell’uomo.

Il limite della pace europea
, November 14, 2012

Nell’arco di vita di una generazione l’Europa è passata dall’essere un coacervo di pulsioni violente e autodistruttive al conferimento del premio Nobel per la pace. La consuetudine dentro la quale sono nate, a partire dagli anni Cinquanta, generazioni di europei, non deve precludere lo sguardo, stupito e grato, per quanto raggiunto.

L'Europa in costruzione
, November 13, 2012

A metà dicembre i leader europei sono chiamati a decidere sulle proposte presentate dal “quartetto” Van Rompuy-Barroso-Draghi-Juncker, dirette a una maggiore integrazione finanziaria, bancaria, economica e politica. L’idea centrale del “quartetto” è che il rafforzamento della disciplina di bilancio non sia sufficiente e che occorra dare all’Eurozona una capacità di bilancio per facilitare il compito dei Paesi vittime di shock asimmetrici,

Il cantiere dell'Unione
, September 18, 2012

Il Trattato di Lisbona fu un compromesso fra Angela Merkel e Tony Blair: alla cancelliera interessava mantenere le innovazioni costituzionali e al premier britannico premeva dire alla sua opinione pubblica che Sua maestà non avrebbe dovuto accettare una Costituzione importata dal continente. Sulla strada di Lisbona l’impianto già traballante del testo costituzionale fu indebolito dai diplomatici, in particolare nei due “pilastri” della sicurezza interna ed esterna.