Rivista il mulino

Content Section

Central Section

lettere internazionali
Dal numero 3/18
L'illiberalismo ungherese in prospettiva europea
, July 12, 2018

L’8 aprile 2018 Viktor Orbán è stato trionfalmente rieletto primo ministro d’Ungheria. Il suo partito, Fidesz, ha ottenuto quasi la metà dei voti popolari e oltre i due terzi dei seggi parlamentari. Le deboli e al loro interno frammentate opposizioni di centrosinistra

Teheran, 11/7/2018
, July 11, 2018

Nessuna nuova rivoluzione dalle proteste del bazaar. “Sotto lo Scià, il bazaar avrebbe distrutto il regime se avesse deciso di chiudere i battenti per tre giorni, ma il bazaar non è più quello di una volta. È solo un nome, un simbolo”

Washington, 9/7/2018
, July 9, 2018

Corte Suprema: lascia il giudice Kennedy. La Corte Suprema americana è composta da nove giudici a vita, che vanno in pensione solo se decidono di farlo e che hanno un enorme potere sulla vicenda politica, civile e sociale degli Stati Uniti.

Nel sistema di pesi e contrappesi immaginato dai costituenti americani, il ruolo della Corte Suprema è centrale e, senza entrare in disquisizioni giuridico-costituzionali,

New York, 28/6/2018
, June 28, 2018

Qualcosa si muove tra i democratici verso le elezioni di midterm. In questi giorni forse qualcuno avrà sentito parlare di Alexandria Ocasio-Cortez, 28 anni, barista e attivista per Bernie Sanders durante le primarie del 2016. La giovane aderente ai Democratic socialists of America ha vinto le primarie del Partito democratico nel suo distretto elettorale di New York,

Berlino, 15/6/2018
, June 15, 2018

La durezza dello scontro tra Merkel e Seehofer mette a rischio il governo tedesco ed è decisivo per il Consiglio europeo di fine mese. Lunedì scorso Horst Seehofer, ministro federale degli interni (e della Heimat, come lui stesso ha voluto aggiungere al nome del ministero) avrebbe dovuto presentare un masterplan sulle politiche migratorie