Rivista il mulino

Content Section

Central Section

lettere internazionali
Bucarest, 13/11/2015
, November 13, 2015

L’autunno romeno, dalla tragedia del club Colectiv alla protesta di piazza. Una classe politica contestata, rapporti difficili tra le istituzioni, episodi ripetuti di corruzione che coinvolgono esponenti del mondo politico e si intrecciano con interessi privati. Le vicende recenti della Romania potrebbero ricordare quelle di casa nostra

Madrid, 6/11/2015
, November 6, 2015

Se crescere non basta. Nell’ambito dell’Eurozona, la Spagna è l’ultimo portabandiera europeo dell’austerità e delle riforme strutturali. L’economia del Paese cresce a buon ritmo, sostenuta da una forte ripresa dell’occupazione, da salari reali in recupero e dall'aumento degli investimenti.

Flensburg, 4/11/2015
, November 4, 2015

Giano nel cuore dell'Europa. La complessità del Paese tedesco è spesso messa in ombra dall’efficienza a cui esso sembra avere consegnato il proprio compito nell’Europa post-bellica. Ammirata e maledetta, al tempo stesso, per chi la guarda da fuori. A questa efficienza, alla massimizzazione della prestazione, i tedeschi vengono istruiti

Vienna, 3/11/2015
, November 3, 2015

Le sfide dei negoziati sulla Siria. Nella capitale austriaca si svolgono i nuovi incontri tra gli Stati che sono maggiormente coinvolti nella guerra in Siria. Negli scorsi anni si erano svolti incontri simili a Ginevra, con obiettivi simili: mettere fine al conflitto armato che da cinque anni dilania il Paese mediorientale e che ha causato almeno 300mila morti, sette milioni di siriani costretti a lasciare la propria casa

>> commentaries
New York, ottobre 2015
, October 30, 2015

http://iwallerstein.com/Le scelte impossibili di Obama in Medioriente. Qualsiasi iniziativa di questi giorni del presidente Barack Obama in Medioriente gli attira critiche