Rivista il mulino

Content Section

Central Section

lettere internazionali
Tel Aviv, 24/04/2009
, April 24, 2009

Israele e un governo "over-size". Diamo i numeri: 5 milioni, 120, 69, 50 e 37. Le cifre non sono quelle che abitualmente si giocano su una qualche ruota del lotto ma indicano le proporzioni del nuovo governo israeliano, presieduto da Benjamin “Bibi” (i soprannomi sono molto diffusi nella politica israeliana) Netanyahu, un “perdente di successo”,

Pechino, 22/4/2009
, April 22, 2009

Formiche cinesi e cicale americane: prove di convivenza. La celebre favola di Esopo ci racconta di una sostanziale divaricazione tra lo stile di vita e l’approccio alla realtà da parte della formica e della cicala, ma forse in questo primo scorcio del XXI secolo la formica (Cina) e la cicala (Stati Uniti) potrebbero riuscire a trovare un modus vivendi comune.

Il Cairo, 20/4/2009
, April 20, 2009

L'Egitto di Mubarak e la tortura. Anche grazie al ruolo di mediazione tentato nel conflitto tra israeliani e palestinesi, il governo egiziano risulta spesso agli occhi degli occidentali piuttosto moderato e politicamente presentabile.

Bucarest, 17/4/2009
, April 17, 2009

Tensioni tra le Chiese romene. “Esprimiamo la nostra costernazione per il fatto che nell’anno 2009 si presenti ancora un (…) disegno di legge attraverso cui si persegua in concreto un nuovo atto di soppressione della Chiesa Romena Unita con Roma, Greco-cattolica, da parte dello stato romeno”.

Antananarivo, 15/4/2009
, April 15, 2009

Il colpo di Stato in Madagascar. La comunità internazionale, e in primis l’Unione Africana, ha condannato il recente intervento dell’esercito che ha portato Andry Rajoelina al potere a discapito del Presidente Marc Ravalomanana, così come aveva condannato nel 2002 lo stesso Ravalomanana, allora leader dell’opposizione, quando si era autoproclamato alla massima carica dello Stato mentre si attendeva ancora l'esito ufficiale delle elezioni presidenziali dell’anno prima.