Rivista il mulino

Content Section

Central Section

lettere internazionali
Teheran, 26/6/2009
, June 26, 2009

Ahmadinejad e il labirinto persiano. Se le elezioni libanesi sembrano essere passate inosservate per la comunità internazionale, quelle iraniane tenutesi pochi giorni dopo, il 12 giugno scorso, e vinte con un ampio ancorché sospetto 63% di consensi da parte del candidato iperconservatore Mahomud Ahmadinejad,

Tirana, 24/6/2009
, June 24, 2009

L’Albania al voto e l’Europa alla finestra. Il 28 giugno in Albania si terranno le elezioni politiche e per molti osservatori saranno una prova della maturità democratica del Paese. Dal crollo del comunismo ad oggi, lo Stato schipetaro non è stato in grado di soddisfare gli standard politici internazionali,

Tripoli, 22/6/2009
, June 22, 2009

Gheddafi l’Africano. La politica di rinnovato contrasto all'immigrazione clandestina avviata da Tripoli, è stata salutata da molti commentatori come una svolta storica. Sul piano internazionale essa punta a restaurare la credibilità della Jamahiria. Si spezzerebbe così il timore di un isolamento diplomatico e tramonterebbe il fantasma

Bruxelles, 15/6/2009
, June 15, 2009

Elezioni europee: Belgio. Chissà se questa volta faranno in fretta? Capire la politica belga può essere arduo come comporre il puzzle di un quadro di Mondrian durante un attacco di daltonismo. Le linee divisorie sono rigorose, distinguono le opulente Fiandre e la meno ricca Vallonia, tutto è sovrinteso da un preciso impianto federale che cerca di tenere insieme due mondi in perenne conflitto, i fiamminghi e i francofoni, e anche la piccola e sempre problematica minoranza di lingua tedesca.

Helsinki, 15/6/2009
, June 15, 2009

Elezioni europee: Finlandia. Come altrove anche in Finlandia “tengono” i liberalconservatori, e vincono populisti e verdi. Il partito di governo tradizionale e pressoché inamovibile (gli “agrari” del Centro) ottiene una prestazione mediocre. I socialdemocratici oggi all’opposizione piombano al 17%, dalle percentuali già non entusiasmanti ottenute alle politiche.