Rivista il mulino

Content Section

Central Section

lettere internazionali
Kiev, 25/1/2010
, January 25, 2010

Il tramonto della Rivoluzione arancione. Le elezioni ucraine, di cui si è tenuto il primo atto lo scorso 17 gennaio, non hanno, al momento, un vincitore definitivo. I due principali candidati, il leader del “Partito delle Regioni”, Viktor Yanukovich e la sua diretta avversaria Yulia Timoshenko hanno ottenuto, in occasione del primo turno, rispettivamente, il 35% ed il 25% dei voti. Il primo ha ottenuto la maggior parte dei consensi nella parte orientale e meridionale del paese, mentre la seconda prevalentemente in quella centrale ed occidentale.

Bruxelles, 18/1/2010
, January 18, 2010

La nuova Nato di Rasmussen. Dal Primo agosto 2009, la Nato ha un nuovo Segretario generale, il tredicesimo della sua sessantennale esistenza: all’ex ministro degli Esteri olandese Jaap de Hoope Schaffer è succeduto il premier danese Anders Fogh Rasmussen. L’ex leader di Venstre è diventato segretario in prossimità delle elezioni presidenziali afghane del 20 agosto scorso mentre nove giorni prima si era incontrato con l’ambasciatore russo nella sede di boulevard Leopold III per riprendere con Mosca i rapporti interrotti a seguito della crisi georgiana.

Washington, 14/1/2010
, January 14, 2010

Samuelson e la decade “zero”. La decade “zero” si chiude con un lutto importante nel mondo dell’economia. Il 13 Dicembre è morto Paul Samuelson, illustre economista, Nobel nel 1970, maestro di tanti tra i nomi più noti della scienzaeconomica americana, da Krugman e Stiglitz a Merton. Il suo manuale “Economics” è uno dei best-seller di sempre della letteratura accademica.

Tokyo, 11/1/2010
, January 11, 2010

L’intenso ménage familiare del Sovrano celeste. Il 12 novembre si è tenuta a Tokyo la cerimonia commemorativa del ventennale della formale ascesa al trono del Crisantemo dell’imperatore Akihito. Il Primo Ministro Hatoyama Yukio, nell’esprimere le proprie congratulazioni al sovrano e all’imperatrice Michiko, ha ricordato che nelle passate due decadi la coppia imperiale, che ha recentemente festeggiato il cinquantesimo anniversario delle nozze, ha camminato mano nella mano con la popolazione nipponica.

Gerusalemme, 07/01/2010
, January 7, 2010

Il gioco delle anime e dei voti. Nell’eterno tiro alla fune tra Stato e religione, amministrazione dei corpi e gestione degli spiriti che in Israele accompagna il dibattito politico e la discussione collettiva, c’è qualcuno che, dinanzi ai tanti dubbi dei più, sembra sapere opporre algide certezze. Yaacov Neeman, ministro della Giustizia (per volontà di Dio?), dinanzi al folto pubblico di un’ampia assemblea rabbinica, recatosi per rappresentare il governo, al momento di prendere la parola, evidentemente sedotto dalla potenza dell’illustre uditorio,