Rivista il mulino

Content Section

Central Section

lettere internazionali
Ankara, 8/2/2010
, February 8, 2010

Israele e Turchia: aria di crisi tra ex amici. Il viaggio in Turchia a fine gennaio del ministro degli Esteri israeliano, Ehud Barak, ha rappresentato l'incontro ufficiale di più alto livello e forse

Sydney, 4/2/2010
, February 4, 2010

I bambini dimenticati di Sua Maestà. “Ci dispiace. Ci dispiace che da bambini voi siate stati sottratti alle vostre famiglie e messi in istituzioni dove così di frequente avete sofferto di abusi.

Il Cairo, 1/2/2010
, February 1, 2010

L’Internazionale islamica dei Fratelli musulmani. È sempre bene guardarsi da semplificazioni ma il cambio al vertice dei «Fratelli musulmani», ovvero della jamī'at al-Ikhwān al-muslimīn (letteralmente la «Società dei fratelli musulmani»), parrebbe essersi definitivamente consumato con la vittoria, nelle elezioni interne, della componente più radicale.

Santiago del Cile, 28/1/2010
, January 28, 2010

Il Berlusconi cileno alla Moneda. Salvador Allende aveva efficacemente indicato la chiave interpretativa in grado di spiegare i rapporti di forza nella società cilena: il controllo delle risorse naturali, il rame in particolare, di cui il Paese è primo produttore al mondo. Tanto che decise di nazionalizzarlo, scontentando Nixon. Nell’ultimo anno, l’economia, la gestione del patrimonio minerario e la disuguaglianza sono stati i principali temi della lunga campagna elettorale presidenziale - e parlamentare – complice la presenza del candidato dell'Alianza fra Udi e Renovacion Nacional (i due partiti della destra), il magnate e imprenditore Sebastián Piñera Echenique.

Kiev, 25/1/2010
, January 25, 2010

Il tramonto della Rivoluzione arancione. Le elezioni ucraine, di cui si è tenuto il primo atto lo scorso 17 gennaio, non hanno, al momento, un vincitore definitivo. I due principali candidati, il leader del “Partito delle Regioni”, Viktor Yanukovich e la sua diretta avversaria Yulia Timoshenko hanno ottenuto, in occasione del primo turno, rispettivamente, il 35% ed il 25% dei voti. Il primo ha ottenuto la maggior parte dei consensi nella parte orientale e meridionale del paese, mentre la seconda prevalentemente in quella centrale ed occidentale.