Rivista il mulino

Content Section

Central Section

lettere internazionali
Pyongyang, 26/10/2010
, October 26, 2010

L’erede al trono nordcoreano. Adesso che è spuntata perfino la prima foto ufficiale, la notizia – nell’aria dal gennaio 2009 -  trova conferma: Kim Jong-un, terzogenito ventottenne di Kim Jong-il, “Caro leader” nordcoreano da tempo malato, è il prescelto a raccogliere la pesante eredità paterna.

Washington, 22/10/2010
, October 22, 2010

Coming out a stelle e strisce. Negli Stati Uniti, tra luglio e settembre, i diritti delle persone gay e lesbiche hanno fatto tre passi avanti e uno indietro: con tre successive sentenze, le Corti federali hanno dichiarato l’incostituzionalità di altrettante leggi, considerate discriminatorie dal movimento gay e lesbico:

Bombay, 19/10/2010
, October 19, 2010

Il ventre di Mumbai. La giornata nello slum dei pescatori di Colaba, a Mumbai, comincia prestissimo. Verso le 3.30, quando il sole è ancora lontano, gli uomini escono dalle loro baracche e con passo svelto puntano al vicino porto, in direzione di Narima Point, dove la flotta dei pescherecci è pronta a salpare.

Belgrado, 15/10/2010
, October 15, 2010

Ivan e i suoi fratelli. L’immagine di Ivan Bogdanov, il capo ultrà della Stella Rossa, tatuato con le “sacre” date e immagini serbe (non poteva certo sfuggire l’anno 1389, data della famosa battaglia di Kosovo Polje, essenziale punto di riferimento mitologico del nazionalismo serbo) mentre cavalca la recinzione della curva dello stadio Marassi con il braccio destro teso, ha fatto il giro del mondo.

Riga, 12/10/2010
, October 12, 2010

La Lettonia guarda a Nord. Le elezioni parlamentari svoltesi il 2 ottobre in Lettonia hanno decretato la vittoria del partito di governo “Unità”. La formazione di centrodestra, liberista e europeista, guidata dal premier Valdis Dombrovskis ha ottenuto il 30,5% dei consensi, al secondo posto con il 25% si è piazzato il “Centro dell’Armonia”, partito filorusso che lo scorso anno ha vinto le elezioni municipali a Riga,mentre il partito “Unione dei Verdi e dei Contadini” ha ottenuto quasi il 20% .