Rivista il mulino

Content Section

Central Section

lettere internazionali
Tunisi, 1/9/2011
, September 1, 2011

Dopo la Rivoluzione. A sei mesi di distanza dalla rivoluzione, la Tunisia si avvia verso la transizione. La rottura con il regime di Ben Ali ha ridato la fierezza a tutti quei giovani, disoccupati, umiliati, provenienti per lo più dai quartieri popolari e dalle regioni più marginalizzate, che hanno svolto un ruolo determinante per il successo delle manifestazioni.

Bangkok, 29/8/2011
, August 29, 2011

Ombre sul voto. La vittoria elettorale ottenuta lo scorso 3 luglio dalla sorella dell’ex premier Thaksin, la quarantaquattrenne Yingluck Shinawatra (manager di successo “prestata” alla politica), testimonia la volontà dei thailandesi di porre fine al governo del Partito Democratico, al potere dal 2006.

Dakar, 23/8/2011
, August 23, 2011

La Primavera di Dakar. Il Senegal è tradizionalmente considerato il Paese più stabile e democratico – e pertanto partner occidentale ineludibile – nella turbolenta Africa dell’Ovest. Tuttavia i recenti episodi di rivolte, saccheggi, e durissime repressioni, all’ombra dei quali si profilano i grandi temi della politica globale, rischiano di sconfessare questa reputazione.

Léon, 17/8/2011
, August 17, 2011

Il fascino del “chelero”. Sono sempre più numerosi, tutti li conoscono, ma non godono di buona fama. Il “chelero” in Nicaragua è una categoria sociologica determinata: indica il nicaraguense di età compresa tra i 20 e i 40 anni che passa le sue giornate a caccia di “chele”, ovvero le ragazze dalla pelle bianca, possibilmente bionde e con gli occhi azzurri.

Tel Aviv,12/8/2011
, August 12, 2011

No boycott. Lo scorso 11 luglio la Knesset ha varato la Boycott Prohibition Law. La legge prevede una sanzione per individui o organizzazioni che incitino al boicottaggio di Israele, compresi gli insediamenti nei territori occupati. Chi viola la legge può essere chiamato a pagare un risarcimento la cui entità è stabilita dalla corte e non deve essere necessariamente correlata al danno economico subito dalla parte lesa.