Rivista il mulino

Content Section

Central Section

lettere internazionali
Città del Messico, 24/11/2011
, November 24, 2011

La festa dei morti. Nuevo Laredo, nel Nord del Messico, è situata appena a ridosso del confine con gli Stati Uniti. Qui ,il 14 settembre scorso, alle prime luci dell’alba, sulla strada che dal centro conduce verso l’aeroporto, gli automobilisti, ancora assonnati, intravedono due corpi straziati

Conakry, 21/11/2011
, November 21, 2011

Assalto al presidente. In Guinea Conakry, le prime elezioni democratiche della storia si concludono nel dicembre 2010 con la vittoria dell’eterno oppositore , ex professore esiliato, condannato e imprigionato dai diversi regimi militari che si sono susseguiti alla guida del Paese.

Tbilisi, 18/11/2011
, November 18, 2011

La Gazpolitik di Bruxelles. Insieme all’Azerbaijan, la Georgia si trova al centro degli interessi europei nel Caucaso. Il territorio georgiano è  infatti attraversato da una fitta  rete di gasdotti e oleodotti provenienti dal Mar Caspio, (ad esempio il noto Baku-Tbilisi–Ceyhan,

Città del Guatemala, 17/11/2011
, November 16, 2011

I fantasmi della memoria. Aprendo il primo racconto delle sue Leyendas de Guatemala, il Nobel della letteratura Miguel Ángel Asturias descriveva un carretto silenzioso che arrivava in un villaggio, superando «un passo oggi e uno domani», a scandire i contorni di una nazione irrisolta che segue propri ritmi e propri tempi, quasi nascosta dal mondo esterno.

Sofia, 11/11/2011
, November 11, 2011

Il rinnovamento tranquillo. Le ultime due settimane di ottobre hanno visto la Bulgaria impegnata nelle elezioni presidenziali e amministrative. Con il 52,5% delle preferenze si è aggiudicato la poltrona di presidente della Repubblica Rosen Plevneliev, sostenuto dal Gerb (Cittadini per lo sviluppo europeo della Bulgaria) del premier Bojko Borisov, in carica dal 2009.