Rivista il mulino

Content Section

Central Section

lettere internazionali
Tunisi, 1/11/2011
, November 1, 2011

L'autunno dei gelsomini? I risultati definitivi dello storico voto per l’Assemblea costituente in Tunisia arrivano la sera del 27 ottobre, cioè quattro giorni dopo la chiusura delle urne, “mentre il popolo già sta formando il governo” ironizza   qualcuno. Se essi confermano un esito da tempo dato per scontato da tutti - la vittoria del partito islamico Ennadha - 

Bruxelles, 1/11/2011
, November 1, 2011

Buone nuove dall’Unione. Lungo, complesso, faticoso. Così è l’accordo definitivo (o presunto tale) raggiunto dopo due anni di lunghe riunioni dei capi di Stato e di governo, spesso improvvisate, sovente inadeguate, costantemente caratterizzate dagli egoismi nazionali. Dopo l’ennesima notte passata quasi in bianco, i dirigenti europei hanno definitivamente messo a punto le misure per governare la zona euro.

Atene, 28/10/2011
, October 28, 2011

I conti non tornano. I casi sono due: o siamo in presenza di un bluff di portata mondiale, oppure qualcuno sta sbagliando i conti. In Grecia tutti si schierano contro le misure di austerità annunciate dall’esecutivo. Giornalisti, medici, impiegati. In piazza e tragicamente consapevoli che i sacrifici che il governo chiede loro non risolveranno il buco.

Peshawar, 26/10/2011
, October 26, 2011

Prove di dialogo lungo la Linea Durand. Qualche settimana fa, le autorità e la popolazione del Pakistan hanno assistito con stupore alla sottoscrizione di un accordo di cooperazione tra il governo afghano e quello indiano. Sulla base di questo documento, New Delhi intensificherà le proprie azioni a sostegno dello sviluppo dell’Afghanistan,

Buenos Aires, 25/10/2011
, October 25, 2011

Il Fattore K. Nessuna sorpresa giunge dalle elezioni argentine della scorsa domenica. Come da copione, Cristina Fernández de Kirchner, con il 53,96% dei voti, si è nettamente imposta nella corsa per la conquista della Casa Rosada. Un risultato geograficamente omogeneo, spalmato su tutto il territorio nazionale: da Jujuy alla Terra del Fuoco, passando per Santiago del Estero,