Rivista il mulino

Content Section

Central Section

lettere internazionali
Città del Guatemala, 17/11/2011
, November 16, 2011

I fantasmi della memoria. Aprendo il primo racconto delle sue Leyendas de Guatemala, il Nobel della letteratura Miguel Ángel Asturias descriveva un carretto silenzioso che arrivava in un villaggio, superando «un passo oggi e uno domani», a scandire i contorni di una nazione irrisolta che segue propri ritmi e propri tempi, quasi nascosta dal mondo esterno.

Sofia, 11/11/2011
, November 11, 2011

Il rinnovamento tranquillo. Le ultime due settimane di ottobre hanno visto la Bulgaria impegnata nelle elezioni presidenziali e amministrative. Con il 52,5% delle preferenze si è aggiudicato la poltrona di presidente della Repubblica Rosen Plevneliev, sostenuto dal Gerb (Cittadini per lo sviluppo europeo della Bulgaria) del premier Bojko Borisov, in carica dal 2009. 

Dublino, 9/11/2011
, November 9, 2011

Il presidente poeta. L’Irlanda ha eletto il 27 ottobre il suo nuovo presidente, Michael Daniel Higgins, laburista. Un determinato settantenne dopo tre mandati, 21 anni in tutto, in cui l’incarico è stato coperto da due donne, Mary Robinson (indipendente) e Mary McAleese (Fianna Fáil, due volte).

Ankara, 4/11/2011
, November 4, 2011

La grandeur di Ankara. Tra il rapporto dell'Ue e l'inizio dei lavori per la nuova Costituzione, nonché la sua importanza sempre più forte a livello internazionale, la Repubblica di Turchia sta dimostrando una grande e positiva dinamicità. C'è chi teme un suo allontanamento dall'Occidente a causa della sua notevole popolarità in Medio Oriente 

Tunisi, 1/11/2011
, November 1, 2011

L'autunno dei gelsomini? I risultati definitivi dello storico voto per l’Assemblea costituente in Tunisia arrivano la sera del 27 ottobre, cioè quattro giorni dopo la chiusura delle urne, “mentre il popolo già sta formando il governo” ironizza   qualcuno. Se essi confermano un esito da tempo dato per scontato da tutti - la vittoria del partito islamico Ennadha -