Rivista il mulino

Content Section

Central Section

lettere internazionali
Atene, 3/8/2012
, August 3, 2012

Un mare di debito. Sin dal principio del crollo greco, i numeri parlavano con imbarazzante chiarezza: impennata costante della disoccupazione, oggi al 23% (tra i giovani di 30 anni è salita al 51%); conti sempre più in rosso e un debito pubblico che nel 2012 salirà al 170% del Pil

Bucarest, 31/7/2012
, July 31, 2012

L’astensionismo salva Basescu. Alla fine ce l’ha fatta. Traian Basescu, presidente conservatore della Romania contro il quale la coalizione di governo aveva avviato una procedura di impeachment, resta in carica dopo che il referendum popolare convocato per domenica 29 luglio non ha raggiunto il quorum del 50% più uno fissato dalla Costituzione romena.

Madrid, 27/7/2012
, July 27, 2012

La società che reagisce. I cambiamenti avvenuti in Spagna negli ultimi mesi sembrano aver subito un'accelerazione vertiginosa. A partire dall’anniversario del movimento degli indignados – verso la metà di maggio – è stato chiaro il nuovo clima in cui si muove l’inquietudine sociale provocata dall’aggravarsi della crisi economica

Amman, 25/7/2012
, July 25, 2012

La Primavera e il deserto. Come altri Paesi della regione mediorientale, anche la Giordania è attraversata da numerose tensioni e proteste che ne minano da oltre un anno la stabilità politica.

Damasco, 20/7/2012
, July 20, 2012

La precarietà degli equilibristi. La guerra civile che da un anno e mezzo dilania la Siria non è destinata a risolversi in breve tempo. Molti fattori sono entrati in gioco, sommandosi, sovrapponendosi e alimentandosi vicendevolmente, sia sul piano interno sia su quello internazionale.