Rivista il mulino

Content Section

Central Section

La libertà di ricerca va a processo

immagine Alla fine dello scorso mese di maggio, Enzo Alliegro, professore associato di discipline demo-etno-antropologiche dell’Università di Napoli Federico II, ha ricevuto dalla procura di Brindisi un avviso di garanzia con riferimento all’occupazione dei binari della stazione ferroviaria di San Pietro Vernotico, in cui si ipotizza il concorso nel reato di interruzione di servizio pubblico, in ragione della partecipazione alla pianificazione dell’azione di disturbo. Alliegro, che stava compiendo una missione di ricerca in Salento ufficialmente registrata dal suo Ateneo, è ritratto in una foto prodotta dalla Digos, mentre, al di fuori dei binari, con macchina fotografica e taccuino, segue i manifestanti che protestano per la vicenda della Xylella e del taglio degli olivi. Il professor Alliegro, che si è formato tra l’altro presso il prestigioso Istituto Universitario Europeo di Fiesole, non era nuovo a questo tipo di indagini di campo, avendo studiato anche i comitati di opposizione nella cosiddetta Terra dei Fuochi campana applicando lo stesso metodo di inchiesta, particolarmente utile per comprendere le ragioni della protesta e le posizioni espresse dai diversi attori. La vicenda ha spinto l’Associazione nazionale universitaria degli antropologi culturali (Anuac) e le altre associazioni del settore, come l’Associazione italiana per le scienze etno-antropologiche (Aisea), la Società italiana di antropologia applicata (Siia), l’Associazione italiana di sociologia (Ais) a chiarire che l’osservazione partecipante è, a pieno titolo, una metodologia di ricerca riconosciuta sul piano internazionale, uno strumento di fondamentale rilevanza e del tutto insostituibile nella pratica del lavoro scientifico antropologico, così come ribadito anche nelle mozioni approvate dai Consigli del Dipartimento Culture, politica e società dell’Università di Torino e del Dipartimento di Scienze sociali dell’Università di Napoli. Nel caso di Alliegro, la macchina giudiziaria è all’avvio, e potrebbe fermarsi qui, con danno limitato, inducendo soltanto qualche interrogativo sullo zelo, o l’automatismo, con il quale la foto della polizia è stata interpretata come notitia criminis[...]

 

culture

L’islam nei social media

[Un caso studio a partire dall’analisi di una settimana su Twitter] Il fenomeno della radicalizzazione e del terrorismo islamico esercita effetti preoccupanti sulla percezione dell’islam e sulle relazioni con i cittadini di religione islamica residenti o [...]

il caso italiano

#bastaunsi vs #iovotono: la battaglia estiva su Twitter

[sì/no: un voto decisivo] In quella che si è già preannunciata come una intensa battaglia comunicativa per convincere gli indecisi a votare dalla propria parte al prossimo referendum [...]

C’era una volta il Salone

[Dopo la decisione dell’Aie di investire su Milano, Torino è costretta a guardarsi allo specchio] La decisione dell’Associazione italiana degli editori di spostare la sede del Salone del Libro dal centro fieristico del Lingotto di Torino all’area di Rho-Fiere a Milano si presta a [...]

lettere internazionali

Colonia
4/8/2016

Turchia, un partner necessario. Sabato 30 luglio a Köln oltre trentamila persone hanno preso parte a una manifestazione a favore del governo turco e di condanna del tentato [...]

Philadelphia
29/7/2016

[Presidenziali Usa 2016] L’ora di Hillary. Quattro decenni dopo i tentativi (falliti) di Margaret Chase Smith tra repubblicani nel 1964 e di Shirley Chisholm nel 1972 tra i democratici, Hillary Clinton [...]

Ankara
28/7/2016

Lotta di potere in Turchia. Il tentato colpo di Stato turco ha allarmato le cancellerie occidentali – e anche l’opinione pubblica internazionale. Avvenuto all’indomani della [...]
 

in Europa

L’Europa e l’estraneo

Il vento malefico che spira in Europa va riconosciuto e considerato pienamente nelle sue implicazioni. La posta in gioco è la scelta tra un’apertura fiduciosa e un cauto sospetto nei confronti di ciò che è nuovo e sconosciuto. [...]

La legittimità democratica si può perdere

In seguito alla più recente ondata di democratizzazione seguita al crollo dei regimi comunisti non soltanto nei Paesi dell’Europa centro-orientale, le democrazie che, pure [...]

Più poveri. E difficilmente più tranquilli

[Prosegue il dopo-Brexit, tra preoccupazioni, brutte certezze e nuovi rischi] Durante le poche ore trascorse a Berlino la premier britannica Theresa May sembra essere riuscita a strappare alla cancelliera Merkel alcune concessioni sui tempi di uscita [...]

cartoline dall'Italia

La sfida dell’accoglienza

[Cartolina da Parma]«Non capivo perché ci rimanessero così male se non telefonavo per avvisare che tornavo tardi. Poi ci ho pensato. Era da così tanto tempo che qualcuno [...]

fedi e mondo

Populista o umanista?

Nel continuare a vedere in Bergoglio un populista manicheo, Loris Zanatta dice: «faccio lo storico e studio il papa calato nel suo tempo». In realtà il papa è inchiodato al passato dell’Argentina peronista, [...]

memoria / memorie

L'inno di Mameli e il buon patriottismo

[Dal numero 2/2011 della rivista] Che succede, insomma? Dobbiamo sentirci italiani? Non dobbiamo sentirci italiani? Perché sono questi, in definitiva, gli interrogativi che la celebrazione del [...]

Altiero Spinelli

[Un ricordo di Piero S. Graglia (dal n. 6/2010 della rivista)] A tre anni dall’avvio delle celebrazioni per il centenario della nascita di Altiero Spinelli (nato a Roma il 31 agosto 1907), si può provare a fare un bilancio non tanto [...]